menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nell'anno della pandemia le grandi spese sono crollate (-10,8%). Mercato auto: -17% ad Arezzo

Il reddito pro-capite dei cittadini della provincia di Arezzo nel 2020 è diminuito del 2,3% attestandosi a 19.840 euro. Rispetto al perimetro dei beni durevoli, l’Osservatorio Findomestic ha calcolato che nel territorio provinciale di Arezzo la spesa media annua per beni durevoli è calata del 10,8%

C'è un calo del 10,8% dei consumi di beni durevoli in Toscana. Ed è l’esito di due dinamiche opposte, come rileva l’Osservatorio Findomestic, realizzato in collaborazione con Prometeia: alla forte contrazione del mercato della mobilità (auto nuove -16,1%, auto usate -14,9% e motoveicoli -13,2%) fa da contraltare la crescita dei comparti legati alla casa (information technology +31,5%, elettronica di consumo +1,6% e elettrodomestici +0,3%). Risultano in contrazione, infine, sia i mobili (-11,2%) che la telefonia (-5,7%). «Il mercato dei durevoli in Toscana nel 2020 è slittato a 4,52 miliardi, con una flessione più ampia rispetto alla media nazionale, che si attesta al 10,3% - sottolinea il responsabile dell’Osservatorio Findomestic, Claudio Bardazzi -. L’andamento dei consumi riflette la trasformazione degli stili di vita innescata dalla pandemia, con una forte accelerazione dei segmenti tech per effetto della digitalizzazione del lavoro e dello studio. Lo scorso anno le famiglie toscane hanno speso in media 2.701 euro, quinto risultato alle spalle di Trentino Alto-Adige, Emilia-Romagna, Veneto e Valle d’Aosta. Il reddito pro capite dei toscani ha subito un arretramento del 2,1% scivolando a 21.012 euro. La perdita è più marcata rispetto alla media italiana (-1,8%), ma in valore assoluto il reddito per abitante resta superiore al dato nazionale (19.415 euro)».

Spesa_Durevoli_Toscana-2

L'analisi provinciale di Arezzo

Il reddito pro-capite dei cittadini della provincia di Arezzo nel 2020 è diminuito del 2,3% attestandosi a 19.840 euro. Rispetto al perimetro dei beni durevoli, l’Osservatorio Findomestic ha calcolato che nel territorio provinciale di Arezzo la spesa media annua familiare è stata di 2.702 euro per 404 milioni complessivamente spesi in beni durevoli, con una contrazione del 10,8%. Sul fronte della mobilità, gli acquisiti hanno subito un forte ridimensionamento: il mercato delle auto nuove è sceso a 108 milioni (-17,1%) e quello delle auto usate a 104 milioni (-15,6%), mentre il mercato dei motoveicoli ha registrato una perdita dell’8,9% raggiungendo appena 9 milioni. Negativa anche la dinamica di mobili (-9,7%, 88 milioni) e telefonia (-4,1%, 34 milioni). Le note positive arrivano dall’IT, che ha toccato i 16 milioni con un boom del 33,9% e dall’elettronica di consumo (+1,5% per 15 milioni). Invariati gli elettrodomestici con un fatturato complessivo di 32 milioni.

Spesa_Durevoli_provincia-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento