Banche salvate. Visco in audizione al Senato: "rimborsi dalla vendita degli istituti di credito"

"Forse nel ricapitalizzare la banca o nel venderla, metodi per indennizzare in parte coloro che hanno perso i soldi possono essere pensati dai nuovi proprietari con warrants e altri tipi di interventi". E ancora: "Chi ha fatto illeciti paghi"...

++ MPS: VISCO VEDE PATUELLI, BANCHE ITALIANE SOLIDE ++

"Forse nel ricapitalizzare la banca o nel venderla, metodi per indennizzare in parte coloro che hanno perso i soldi possono essere pensati dai nuovi proprietari con warrants e altri tipi di interventi". E ancora: "Chi ha fatto illeciti paghi".

Sono queste le parole del governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, che è tornato a prendere le difese della Vigilanza e del governo sul caso delle quattro banche messe in risoluzione alla fine 2015 tra cui compare anche Banca Etruria. Il numero uno di via Nazionale si è espresso così durante l'audizione in Parlamento che lo ha visto ancora una volta protagonista sul caso dei quattro istituti di credito colpiti dal salva-banche.

Il confronto arriva alla vigilia della discussione alla Camera del decreto sui rimborsi che, domani dovrebbe essere sottoposto all'ultimo controllo dopo la precedente approvazione da parte del Senato avvenuta lo scorso 9 giugno.Visco ha parlato apertamente non solo della situazione generale che pesa sulle migliaia di obbligazionisti azzerati ma, ha anche parlato della vendita illecita di quei titoli, a risparmiatori che non erano nelle condizioni di comprenderne i rischi: "Da cittadino è una cosa da stigmatizzare e che va fatta pagare", ha detto il governatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine riguardo alle misure di risoluzione adottate per le quattro banche Visco ha sottolineato ancora una volta come siano state evitate "possibili minacce per la stabilità finanziaria. Le misure adottate che, secondo le nuove regole, hanno posto i costi della risoluzione a carico degli azionisti e dei detentori di obbligazioni subordinate erano divenute l'ultima alternativa possibile alla liquidazione, che avrebbe avuto per la collettività effetti ancora più traumatici; esse hanno assicurato la continuità operativa delle banche avviandone il risanamento, nell'interesse dell'economia dei territori di insediamento; hanno evitato possibili minacce per la stabilità finanziaria; hanno consentito di non porre oneri diretti a carico dello Stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento