Banca Etruria, Adiconsum-Cisl: "Ecco come muoversi per intraprendere le azioni legali individuali "

"Come Cisl abbiamo assunto una posizione molto netta: quello che può essere realizzato dalla banca delle sofferenze, in eccesso a quanto previsto, e quello che si può realizzare dalla vendita di Banca Etruria, dovrebbe essere messo nel fondo...

"Come Cisl abbiamo assunto una posizione molto netta: quello che può essere realizzato dalla banca delle sofferenze, in eccesso a quanto previsto, e quello che si può realizzare dalla vendita di Banca Etruria, dovrebbe essere messo nel fondo interbancario a disposizione dei risparmiatori". Entra così subito nel merito della questione Marco Salvini, segretario generale della Cisl di fronte a una platea che rappresenta i risparmiatori aretini che hanno perso i loro averi in seguito al decreto salva banche. Salvini spiega con una frase la formula del sindacato per cercare di far valere i diritti di quanti hanno visto sparire i risparmi di una vita in poche ore. Una proposta da valutare in attesa dell'eventuale arbitrato.

Ma da dove arriverebbero i soldi? "Per ristorare i risparmiatori basterebbero 400 milioni, ma ce ne sono solo cento. Tra le 4 banche sofferenti è stato calcolato un 18 per cento di risorse disponibili. Secondo i nostri calcoli queste risorse potrebbero arrivare al 30 per cento. Soldi che chiediamo vengano destinati immediatamente al fondo interbancario a ristoro dei risparmiatori. Non solo. Potrebbero essere venduti i beni di queste banche: mi riferisco ad esempio agli immobili".

Intanto a rivolgersi agli sportelli aretini della Cisl sono state 400 persone. "Le adesioni sono state moltissime - spiega l'avvocato Prisco, adesso la prima azione da intraprendere è quella di valutare la possibilità di arbitrato. Non appena ci saranno i decreti sapremo come verrà esperita la procedura. Intanto dalla prossima settimana noi faremo un calendario di incontri con i risparmiatori che ci permetterò di valutare caso per caso".

Ecco le tappe sintetizzate dalla Cisl: entro 90 giorni dalla legge di stabilità del 28/12/2015 dovranno essere stabilite le modalità di gestione del Fondo di Solidarietà, le modalità di accesso al Fondo, la quantificazione delle erogazioni (Tetto massimo), le procedure di natura arbitrale. Nel frattempo la UST CISL di Arezzo ha illustrato anche i criteri e le modalità del percorso delle cause individuali secondo i seguenti parametri, ovvero: età dei sottoscrittori di titoli; titolo di studio; data di sottoscrizione dei titoli; situazione economica e finanziaria della famiglia.

"Non si esclude poi - ha concluso - il Segretario, il caso in cui vi siano elementi di evidenti falsificazioni l’esercizio dell’azione penale di parte lesa da attivare entro il 22/2/2016.

Dopo un primo contatto avuto con i risparmiatori passiamo quindi alla fase di chi è fattivamente interessato a darci mandato per iniziare le azioni per cause legali e per tentativo di arbitrato".
Si parla di

Video popolari

Banca Etruria, Adiconsum-Cisl: "Ecco come muoversi per intraprendere le azioni legali individuali "

ArezzoNotizie è in caricamento