Assicurazioni, Castellucci: "Oltre il danno, la beffa"

La Coldiretti provinciale ritiene che siano riviste le regole dei quantitativi assicurabili tenendo conto dei danni da maltempo

Stanno partendo le campagne assicurative per i danni da calamità naturali, danni che negli ultimi anni sono costati ingenti somme di denaro agli agricoltori della provincia di Arezzo che dal 2017 ad oggi hanno fatto i conti con il maltempo impazzito tra alluvioni, siccità, tempeste, ondate di calore e forti grandinate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il nostro territorio è stato fortemente colpito – spiega Lidia Castellucci presidente di Coldiretti Arezzo – negli ultimi tre anni le produzioni aziendali sono state distrutte dagli eventi climatici che si sono abbattuti sulla nostra provincia, devastando i raccolti, in alcuni casi cancellando interamente la produzione. Come risolvere il problema?  Assicurare i raccolti! – commenta il presidente Castellucci – peccato che le compagnie assicurative assicurano solo produzioni che il produttore ha ricavato dall’anno precedente. Riteniamo per questo che siano riviste le regole dei quantitativi assicurabili, tenendo conto del mancato raccolto causato dalle calamità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Un 22enne stampa in 3D le valvole per le maschere Decathlon. E le dona agli ospedali

  • Emergenza Covid-19: un valido aiuto viene dai Commercialisti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento