Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Arezzo nella top 20 per export: oro e gioielli volano fino ad Hong Kong. In 9 mesi affari per 35,17 milioni

Il settore dell'oreficeria quello dell'orologeria confermano la provincia di Arezzo tra le prime 20 realtà italiane per mole e giro d'affari relativo all'export. A confermarlo sono i dati riguardanti le performance registrate nei primi nove mesi...

gioiello (5)-2

Il settore dell'oreficeria quello dell'orologeria confermano la provincia di Arezzo tra le prime 20 realtà italiane per mole e giro d'affari relativo all'export.

A confermarlo sono i dati riguardanti le performance registrate nei primi nove mesi dell'anno.

La città di Giorgio Vasari e Guido Monaco, la culla degli Etruschi, conferma la propria leadership tra i giganti delle esportazioni di prodotti Made in Italy.

L'indagine è quella realizzata dal Sole24Ore che ha stilato una classifica per quello che riguarda la crescita del manifatturiero e dei prodotti 100 per 100 creati nel Belpaese. Le esportazioni di gioielli aretini sono cresciute di 35,17 milioni di euro e il mercato di riferimento, sempre stando alle stime del quotidiano di economia, è Hong Kong. Differente è il panorama per quanto riguarda gli emergenti. In questo ambito Arezzo non compare affatto e limita la propria presenza tra i veterani dell'export e soltanto per il comparto gioielli e oro.

"Firenze, Varese, Siena, Cuneo e La Spezia invece sono le cinque "piccole" province che nei primi nove mesi del 2017 hanno messo a segno performance particolarmente brillanti sul fronte delle esportazioni - si legge nel Sole 24 Ore -In altre parole, si sono rivelati dei veri e propri outsider rispetto al passato. In questi territori vengono prodotti, nell'ordine, i beni in cuoio e pelletteria del sistema moda, aerei ed elicotteri, farmaci, automobili e, per finire, i derivati del petrolio. I mercati di destinazione spaziano dalla Svizzera al Pakistan, passando per la Tunisia.

Torino, Milano, Frosinone, Firenze e Ascoli Piceno sono invece le province campioni, che confermano - la loro è una costante nel tempo - una spiccata vocazione all'internazionalizzazione. Le loro peculiarità sono legate all'industria, all'auto e al comparto farmaceutico. La maggiore parte della produzione di questi distretti raggiunge i mercati di Cina, Usa e Francia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo nella top 20 per export: oro e gioielli volano fino ad Hong Kong. In 9 mesi affari per 35,17 milioni

ArezzoNotizie è in caricamento