Economia Bucine

Agri young, Coldiretti: "Il patrimonio immateriale dei giovani agricoltori, parte il progetto con il Mibact"

L'evento è stato organizzato dal Comitato Giovani Impresa Arezzo guidato da Francesca Lombardi, giovane imprenditrice del Valdarno delegato Giovani Impresa Toscana e Arezzo e componente dell’esecutivo nazionale di Coldiretti Giovani Impresa

Agri Young raggiunge la sua edizione numero 9. Dopo il blocco forzato dello scorso anno, la giornata di Coldiretti Giovani Impresa è tornata e ha fatto tappa ieri in Valdarno alla Fattoria I Tribbi di Ambra con “La Reunion”, una rimpatriata per ritrovarsi in presenza e raccontare e raccontarsi in una giornata, l’agricoltura dei giovani imprenditori di oggi.

L'evento è stato organizzato dal Comitato Giovani Impresa Arezzo guidato da Francesca Lombardi, giovane imprenditrice del Valdarno delegato Giovani Impresa Toscana e Arezzo e componente dell’esecutivo nazionale di Coldiretti Giovani Impresa.

Uno dei momenti più salienti della giornata è stato il convegno “Biodiversità e alimentazione go on” la promozione digitale del territorio raccontata dai giovani imprenditori, durante il quale le imprese agricole condotte da giovani e le istituzioni si sono confrontate sul tema della valorizzazione del territorio e dei beni immateriali. Il convegno è stato l’occasione per lanciare il progetto di valorizzazione delle quattro valli dell’aretino attraverso il prezioso contributo dell’imprenditoria femminile e giovanile, quale risorsa fondamentale per il territorio. Un’iniziativa supportata per il suo valore scientifico e di ricerca dall’Università degli studi di Siena, Dipartimento di Giurisprudenza di Arezzo, con il sostegno dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale che metterà a disposizione il Geoportale della Cultura Alimentare come strumento di comunicazione e promozione.

“Agri Young rappresenta il nostro cuore oltre che la sintesi del nostro lavoro. Siamo stati molto felici di dare il via a questo progetto  – ha commentato Francesca Lombardi - attraverso la realizzazione delle micro narrazioni, ovvero brevi video clip di storytelling che raccontano il saper fare del territorio e i suoi prodotti, divulgheremo e narreremo la memoria collettiva attraverso le donne e i giovani. Un insieme corale di testimonianze e immagini del presente e del passato, per riscoprire, potenziare e diffondere la ricchezza agroalimentare di tutta la nostra provincia”.

Tantissimi gli ospiti che la Coldiretti provinciale con la presidente Lidia Castellucci ed il direttore Raffaello Betti hanno ospitato a cominciare dal professor Leandro Ventura, direttore dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale ufficio del Ministero della Cultura che si occupa di salvaguardia, promozione e valorizzazione del patrimonio culturale immateriale, il dottor Angelo Boscarino, Cec di BIA Srl, società di consulenza e project management che seguirà la realizzazione delle attività. Bia da anni è impegnata nella valorizzazione del patrimonio demoetnoantropologico e nella sua divulgazione oltre che promotrice del Geoportale della Cultura Alimentare dalla sua nascita e ancora Stefano Leporati, Segretario Giovani Impresa Confederazione Nazionale Coldiretti, il Coordinatore Nazionale di Anci Giovani nonché sindaco di Montecatini Terme Luca Baroncini ed ancora l’Università degli Studi di Siena sede di Arezzo con il prof. Mario Perini, la Camera di Commercio Arezzo – Siena con il Segretario Generale Marco Randellini, il Presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini, il Direttore di Coldiretti Firenze Prato con delega a Campagna Amica regionale Barbara Battistello e molti altri, istituzioni che hanno dialogato con i giovani imprenditori sul tema della valorizzazione del patrimonio immateriale in un contesto, quello della Fattoria I Tribbi Agriturismo, che raccoglie in essere tutta la multifinzionalità aziendale.

E’ stata poi la volta della cena a km zero organizzata dai cuochi contadini di Campagna Amica e dall’associazione cuochi Arezzo, un momento di scambio e confronto tra le istituzioni presenti, gli imprenditori agricoli della provincia ed i delegati provinciali di tutta la Regione Toscana con la musica di Solid Groove Club e Scir. Agri Young vi da appuntamento al 2020 per il suo compleanno edizione numero dieci pronti a festeggiare tutti insieme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agri young, Coldiretti: "Il patrimonio immateriale dei giovani agricoltori, parte il progetto con il Mibact"

ArezzoNotizie è in caricamento