Adusbef e Federconsumatori: "La Procura di Arezzo incrimini Vegas". M5S deposita esposto contro 'salva-banche'

"Adusbef e Federconsumatori, che hanno presentato numerosi esposti denunce alle Procure della Repubblica, dopo il decreto del governo del 22 novembre 2015 che ha espropriato i risparmi di 130.000 famiglie di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti...

vegas_giovanni

"Adusbef e Federconsumatori, che hanno presentato numerosi esposti denunce alle Procure della Repubblica, dopo il decreto del governo del 22 novembre 2015 che ha espropriato i risparmi di 130.000 famiglie di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara, in particolare alla Procura di Arezzo in merito alle responsabilità della Consob, che abrogando gli scenari probabilistici, in ossequio ai desiderata dei banchieri, ha sottratto ai risparmiatori di valutare quante possibilità di guadagno o di perdita potessero avere i loro investimenti, aspettano l’incriminazione ad horas del presidente Vegas".

Inizia così il comunicato stampa che porta la firma Elio Lannutti (Adusbef) e Rosario Trefiletti (Federconsumatori) presidenti nazionali delle associazioni dei consumatori. Una durissima presa di posizione da parte di entrambi che confermano non solo la propria vicinanza ai risparmiatori azzerati dal salva-banche ma anche la ferma volontà di ottenere rapide risposte dalla giustizia italiana.

"Il presidente della Consob Giuseppe Vegas - proseguono Lannutti e Trefiletti - dopo l'esplosione del crac delle 4 banche in risoluzione e del decreto del governo del 22 novembre che ha azzerato 800 milioni di obbligazioni subordinate, in gran parte nei portafogli delle ignare famiglie di Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e Carichieti, affermò a caldo: "Se qualcuno ha sbagliato pagherà. Purché non ci vengano contestate bufale come gli scenari probabilistici, vietati da Bruxelles, sottolineo vietati". Tali ‘scenari probabilistici’, che avrebbero consentito agli uffici Consob di far scrivere sul prospetto delle subordinate di Banca Etruria di ottobre 2013 che c'era il 62,7 per cento di probabilità di perderci metà del capitale, non erano affatto vietati dalle norme europee, ma invisi alle banche poiché nel caso fossero stati inseriti nei prospetti, avrebbero messo in guardia i risparmiatori su quante probabilità di guadagno o di perdita avessero i loro investimenti".

Adusbef e Federconsumatori, che negli esposti alle Procure della Repubblica hanno chiesto di accertare le responsabilità di Bankitalia e Consob, si aspettano in particolare dalla Procura di Arezzo l’incriminazione di Giuseppe Vegas il quale, come sottolineano i due presidenti: "dovrebbe spiegare ai magistrati le ragioni che lo hanno indotto a smantellare l’ufficio "analisi quantitative" della Consob, in grado di offrire una tutela preventiva agli investitori". Ma oltre alle sollecitazioni da parte delle associazioni dei consumatori, oggi è stato depositato da parte del Movimento Cinque Stelle un esposto alla Procura di Roma contro il "Salva-banche".

A darne notizia è Daniele Pesco, parlamentare del M5S.

"Scippa Banche - scrive il deputato - finalmente abbiamo depositato l'esposto alla Procura della Repubblica di Roma affinché venga fatta giustizia per i 130mila cittadini e famiglie che sono state espropriate ad opera del governo Renzi e Bankitalia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

esposto_banca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento