Accesso al credito per aziende della filiera meccanica: l'accordo di Ubi Banca e Fincantieri

L’accordo mira a sostenere, in particolare, alcune categorie specifiche della filiera meccanica e della componentistica

Sostenere il tessuto produttivo di uno dei settori economicamente più strategici del Paese e consentire alle aziende del comparto della meccanica e della componentistica di mantenere il livello di competitività raggiunto sui mercati internazionali. E' l’obiettivo dell’accordo firmato oggi da Ubi Banca e Fincantieri. La partnership consentirà ai fornitori della filiera e delle società controllate direttamente da Fincantieri di accedere al credito facilmente e con soluzioni agevolate.

Grazie alla sinergia con Ubi Factor, società del gruppo Ubi, sarà possibile per Fincantieri consentire ai fornitori di fare ricorso al factoring indiretto, permettendo così di cedere i crediti commerciali e ottenere liquidità per proseguire la propria attività imprenditoriale. Il plafond previsto per tale attività è di 50 milioni di euro.

Ubi Banca garantirà una linea di credito per anticipo contratti a favore del fornitore cedente e supporterà le imprese attraverso una consulenza strategica e un’offerta di credito innovativa per ottenere nuova liquidità e far fronte ad esigenze specifiche dettate anche dal difficile contesto economico.

L’accordo mira a sostenere, in particolare, alcune categorie specifiche della filiera meccanica e della componentistica: montatori, impegnati nelle prestazioni di montaggio presso gli stabilimenti di Fincantieri; fornitori semplici, impegnati nella consegna di materie prime, semilavorati, componentistica; forniture di impiantistica, arredamenti e impianti complessi.

“La filiera della meccanica e della componentistica è storicamente rilevante per il sistema produttivo del Paese e abbiamo deciso di intervenire tempestivamente, insieme ad un’azienda leader del settore come Fincantieri, per tutelare la competitività di un comparto strategico - afferma Marco Mandelli, responsabile della divisione corporate & investment banking di Ubi Banca - La nostra banca è strutturata per adeguare le proprie strategie ai venti del mercato ed è in grado di supportare le aziende che devono reagire ad una nuova crisi economica globale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento