Martedì, 21 Settembre 2021
Economia Centro Storico / Via Roma, 2

"Ogni anno ad Arezzo servono 300 nuovi orafi". Successo per Orienta-to, gli studenti incontrano le imprese

Domanda e offerta di lavoro si incontrano in Confindustria. La necessità di figure specializzate

Una mattinata intensa, di confronto e approfondimento per mettere in relazione studenti e mondo del lavoro. Dopo il successo dello scorso anno, stamani a partire dalle ore 9,30, nella sede di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, in via Roma 2 , si è svolta la seconda edizione di Orienta-To, organizzata dai Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana, in collaborazione con i Gruppi Giovani Imprenditori di Arezzo, Firenze, Grosseto, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato.

Tra i molti dati emersi nel corso della mattinata, quello del settore orafo aretino, che ogni anno richiede, per il semplice turnover, 300 figure specializzate. E non sempre si riescono a reperire con facilità sul territorio. Nonostante la presenza di indirizzi specifici di scuole, master e università, perché la richiesta di tali figure è supera la platea di quelle che vengono formate in un anno.

Tra gli interventi, moderati dal direttore di Arezzonotizie.it Mattia Cialini, quello di Daniele Fiaschi dell'Università di Firenze, Silvia Calamai dell'Università di Siena, un allievo della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Roberto Santi, dirigente e responsabile Its della regione per il settore orafo, Francesco Fumagalli e Giacomo Cretella del Gruppo Giovani Imprenditori Arezzo e Rosanna Natale, vice presidente della Sezione Oreficeria e Gioielleria di Confindustria Toscana Sud.

Un evento che si pone l'obiettivo di mettere in contatto - spiega Francesco Fumagalli, presidente dei Giovani Imprenditori di Arezzo  - i mondi della formazione e quello del lavoro. Ad Arezzo la sintonia è buona, ma si potrebbe fare ancora di più. E questo è uno degli appuntamenti che possono dare una mano nell'incrociare domanda e offerta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ogni anno ad Arezzo servono 300 nuovi orafi". Successo per Orienta-to, gli studenti incontrano le imprese

ArezzoNotizie è in caricamento