rotate-mobile
Diretta

Neve, blackout nell'Aretino. Centinaia di persone isolate e nuova allerta ghiaccio

Continua a permanere l'allerta meteo in tutto il territorio della Toscana

I vigili del fuoco del comando di Arezzo sono intervenuti oggi per vari interventi causati dalla neve nella zona del valico Scopetone sulla Sr73, dove diversi mezzi hanno bloccato la viabilità a causa del manto stradale innevato. La squadra dei vigili del fuoco ha rimosso con l'autogru un mezzo pesante che ostruiva il passaggio degli altri veicoli. Nei pressi del Passo Fangacci recuperata una vettura, anche questa rimasta bloccata dalla neve ed in bilico sul ciglio della strada.

E45, chiusure e difficoltà

Ore 16,40

"Viabilità molto difficile sulla #E45, che ancora è chiusa da Montecastello a Canili".  E' quanto annuncia con un tweet la polizia locale dell'Unione Rubicone Mare. "Evitate di mettervi in viaggio se non necessario e considerate tragitti alternativi (ad es. A14 fino a Bologna e A1 fino a Firenze)".

Casentino, neve e black out

Ore16

Disagi per la copiosa nevicata si sono verificati in Casentino. In particolare a Badia Prataglia, nel comune di Poppi. Circa 300 utenze sono senza corrente elettrica da questa mattina. Sul posto sta arrivando Enel che sta portando gruppi elettrogeni. Nel comune casentinese sono arrivati anche i vigili del fuoco per risolvere i problemi di viabilità.

Difficoltà questa mattina anche per i mezzi di trasporto pubblico: numerose corse dirette proprio a Badia Prataglia sono saltate a causa della neve. 

Soccorsa anche un'anziana: la sua casa era isolata e lei aveva bisogno di cure. 

Ore 15,45

Nuovo aggiornamento da parte della Regione. Arrivano sul canale Telegram Eugenio Giani in merito a Badia Tedalda, Sestino e Chiusi della Verna: è attesa un’attenuazione delle nevicate nel pomeriggio.

I tecnici di Enel sono al lavoro per il ripristino di alcune utenze a Bibbiena, Sestino e Badia Tedalda. La sala regionale della Protezione Civile rimane in contatto con le Province per eventuali criticità dovute alle neve.

Conferma dell'attività di riparazione dei guasti in corso arriva anche dal sindaco Alberto Santucci che con un post su Facebook (come si vede nella foto sotto) ha aggiornato i suoi concittadini.

327054870_1194760307913450_473667434583771326_n

Ore 15,45

Il nuovo codice giallo per il ghiaccio riguarda soprattutto le province interne, a partire da quelle di Arezzo e Siena, che si prevede siano le più fredde: nel corso della serata e nella notte le temperature - intorno ai 3-4 gradi di giorno - scenderanno ulteriormente rendendo ancora più rischioso percorrere le strade.

Prosegue anche l’allerta neve sugli Appennini e sui rilievi al di sopra dei 3-400 metri. Le nevicate sono abbondanti nel Mugello e nel Casentino. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha segnalato che a Badia Tedalda è caduto un metro di neve e alcune frazioni sono rimaste isolate e senza energia elettrica. Black out e criticità anche a Chiusi della Verna e a Sestino. In soccorso della popolazione sono intervenute la protezione civile e l’Enel. Neve anche sulla A1 fra la Toscana e l’Emilia Romagna, con attivazione del fermo temporaneo dei camion con carico superiore alle 7 tonnellate e mezzo. Sotto controllo gli accessi della E45 mentre il passo dei mandrioli è stato chiuso al traffico come, nel valdarno, la panoramica del Pratomagno. Maltempo anche all’isola d’Elba dove la neve, come si vede in queste immagini di Alessio Gambini, ha imbiancato il monte Capanne. Temperature massime in lieve risalita nei prossimi giorni ma di notte, soprattutto nel weekend, farà ancora più freddo.

Ore 15,25

Alla fine la neve è arrivata anche in città. Alle 11 circa di questa mattina i candidi fiocchi hanno fatto la loro comparsa anche sui tetti e strade del centro storico di Arezzo. La sala regionale ha emesso allerta gialla per ghiaccio sulle aree interne della Toscana dalla serata di oggi (23 gennaio) fino alla mattina di domani (24 gennaio) a causa dell’abbassamento delle temperature.

Il codice giallo per ghiaccio scatta dalla mezzanotte di oggi, lunedì, quando le temperature saranno in calo e rimarranno con valori sottozero nella mattina di domani, martedì, su buona parte delle zone interne con la conseguente possibilità di formazione di ghiaccio nelle zone interessate dalle nevicate.

Prosegue il codice giallo per rischio neve per tutta la giornata di oggi su Appennino e rilievi interni sopra i 300-400 metri. Obbligo dotazioni invernali a bordo e massima prudenza.

photo_5940321382963460610_y

Colonna di auto e tir intraversato

Ore 14.20 - Ancora bloccato il traffico da e verso la Valtiberina lungo la Due Mari. Oltre alla presenza di cumuli di neve sul manto stradale a mandare in tilt la circolazione ci avrebbero pensato anche alcuni incidenti stradali che hanno visto coinvolti alcuni mezzi pesanti.

La testimonianza

"Siamo bloccati e incolonnati da 1 ora all'altezza di Palazzo del Pero direzione Arezzo. Cosa è successo?" Così un aretino in colonna con la propria auto. Dalle foto si notano anche i mezzi spalaneve bloccati nel traffico.

neve-palazzo-pero-strada-bloccata

Foto tratta da Facebook

Auto bloccate a Palazzo del Pero

Nel tratto SS73 a Palazzo del Pero auto bloccate da ore per la neve a causa dell'assenza di mezzi spalaneve in azione. Il comune di Caprese Michelangelo non ha chiuso le scuole, ha invitato i docenti e alunni a raggiungere le sedi (alberghiero) e poi ha avuto strade piene di neve in assenza di pulizia e spalaneve, risultando irraggiungibile.

WhatsApp Image 2023-01-23 at 13.04.24

"Oltre un metro di neve a Badia Tedalda"

"Il nostro sistema di protezione civile - specifica il presidente della Regione Eugenio Giani - sta intervenendo a ritmo serrato a Badia Tedalda dove la neve ha raggiunto oltre 1 metro. Alcune frazioni sono isolate e senza luce, Enel sta portando gruppi elettrogeni in supporto. Non si segnalano danni a persone. Criticità anche a Chiusi della Verna e Sestino. Grazie alle donne e uomini impegnati in queste difficili ore".

Scuole chiuse

Niente lezione per gli studenti dei comuni di SestinoBadia Tedalda e Chiusi della Verna dove si sono registrate particolari criticità riguardanti anche interruzioni di corrente.

Palazzo del Pero sotto la neve

Tra le località del comune più colpite c'è, ovviamente, Palazzo del Pero. Qui temperature sotto lo zero e precipitazioni nevose particolarmente abbondandi.

Qui Arezzo

La neve sulla città immortalata dagli aretini (video tratti da Arezzo Meteo)

Qui Badia Tedalda

Come reso noto dal sindaco Alberto Santucci, "alle 7.26 di questa mattina si sono registrate interruzioni stradali per rami ed alberi caduti tra la Cascata del Presalino e Molino di Mezzo e nella Strada di Monteviale. Evitare di avventurarsi in macchina per non intralciare le operazioni di rimozione rami. Alle 9.35 bivio Giuncheto aperto da rami da Omar Gregori. Bivio S.Patrignano aperto da ramaglie da me e Valentino Gori. Ora Valentino con spartineve va ad aprire Strada Monteviale e Cascata Presalino con Gruppo Protezione Civile Badia. Fresciano adesso è senza corrente elettrica. Gusmeroli della protezione civile provinciale mi ha appena comunicato che Enel sta portando gruppi elettrogeni supportato da protezione civile intercomunale dell’Unione dei Comuni. Non si segnalano danni a persone, mentre molto alberi sono caduti sulle strade a causa di una neve particolarmente pesante e appiccicosa. Grazie a tutti per l’impegno e la tempestività. Chi può rimanga dentro casa e non si muova. Grazie".

badia-tedalda-neve-alberi-caduti

Qui Sansepolcro

Neve anche sul capoluogo biturgense dove, già da ieri, si sono registrati alcuni disagi causati dalla presenza di precipitazioni nevose. Attenzione massima è stata riservata, da parte delle forze dell'ordine, agli ingressi in E45. La grande via di comunicazione è stata resa inaccessibile per alcune ore a causa della neve. Al momento, come reso noto dai carabinieri della compagnia di Sansepolcro la situazione è migliorata e il transito è consentito solo ai mezzi dotati di dispositivi invernali.

WhatsApp Image 2023-01-23 at 11.34.03

Per quanto riguarda la provincia di Arezzo, Casentino e Valtiberina restano le aree dove si sono registrati i maggiori disagi causati, soprattutto nelle ore appena trascorse da automobilisti e escursionisti rimasti bloccat sulla neve. I mezzi spargisale e spalaneve hanno lavorato ininterrottamente. La Provincia di Arezzo è riuscita a mantenere così aperte e percorribili tutte le strade di propria competenza. Ancora chiusa la panoramica del Pratomagno da entrambi i versanti, lato Casentino stop al borgo di Quota, lato Valdarno stop innesto strada Panorama del Pratomagno al bivio Trappola. 

ArezzoNotizie è in caricamento