rotate-mobile

La schiacciata con i fichi: una ricetta per vincere lo stress da rientro a scuola

Una preparazione semplice e gustosa che esalta uno dei frutti simbolo dell'avvio della stagione autunnale

  • Categoria

    Dessert
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    4 ore
  • Dosi

    10 persone
  • 200 grammi di farina 0
  • 50 grammi di zucchero
  • 120 grammi di acqua
  • 2 grammi di lievito di birra
  • 5 fichi
  • 3 noci
  • 1 cucchiaiozucchero di canna
  • q.b.scorza di limone

Procedimento

In una ciotola versate la farina, aggiungete l'acqua tiepida dove avrete sciolto il lievito di birra e lo zucchero e impastate il tutto vigorosamente fino ad ottenere un composto elastico, omogeneo e liscio. Lasciate lievitare coperto e in un luogo lontano da correnti di aria. Trascorse 3 ore stendete il panetto in una teglia unta e aggiungete in superficie i fichi tagliati in fette e spingendoli nell’impasto. Arricchite i fichi con i gherigli di noci e lo zucchero di canna. Lasciate riposare nuovamente per circa 20 minuti. Infornate in forno ventilato caldo a 200 gradi per circa 12-15 minuti, sfornatela e lasciatela intiepidire.

La ricetta

Settembre è il momento giusto per mettersi in cucina e utilizzare i fichi. Verdi perle che giungono in tavola con l'arrivo dei primi venti autunnali, sono uno dei frutti più golosi, avvolgenti e sublimi che Madre Natura abbia mai creato. In Toscana, così come nel resto del centro Italia, le piante di fico (ficaie) sono particolarmente diffuse e riescono a produrre una quantità notevole di queste splendide gocce zuccherine. Ottimi da mangiare (con moderazione) appena colti, i fichi sono altrettanto adattabili come base per marmellate e confetture oltre che ad essere conusumati secchi. L'abbinamento con il pane, da qui la ricetta della schiacciata, è semplice, delizioso e super nutriente tanto da poter essere proposto facilmente come merenda ai più piccoli.

ClaFa

Un calice in abbinamento

Un sorso vellutato, vibrante di freschezza e con note di frutta secca, datteri e fichi maturi. Ecco l'ideale vino in abbinamento a questa schiacciata che in regione possiamo trovare ovunque. Un Igt Toscana, non necessariamento vinsanto e non necessariamente passito, un vino dolce a base di Malvasia del Chianti senza troppi anni sulle spalle. Bene anche una malvasia dolce emiliana e, soprattutto, uno Zibibbo dolce Doc di Pantelleria.

Mat.Cial. 

Settembre è il momento giusto per mettersi in cucina e utilizzare i fichi. Verdi perle che giungono in tavola con l'arrivo dei primi venti autunnali, sono uno dei frutti più golosi, avvolgenti e sublimi che Madre Natura abbia mai creato. In Toscana, così come nel resto del centro Italia, le piante di fico (ficaie) sono particolarmente diffuse e riescono a produrre una quantità notevole di queste splendide gocce zuccherine. Ottimi da mangiare (con moderazione) appena colti, i fichi sono altrettanto adattabili come base per marmellate e confetture oltre che ad essere conusumati secchi. L'abbinamento con il pane, da qui la ricetta della schiacciata, è semplice, delizioso e super nutriente tanto da poter essere proposto facilmente come merenda ai più piccoli.

ClaFa

Un calice in abbinamento

Un sorso vellutato, vibrante di freschezza e con note di frutta secca, datteri e fichi maturi. Ecco l'ideale vino in abbinamento a questa schiacciata che in regione possiamo trovare ovunque. Un Igt Toscana, non necessariamento vinsanto e non necessariamente passito, un vino dolce a base di Malvasia del Chianti senza troppi anni sulle spalle. Bene anche una malvasia dolce emiliana e, soprattutto, uno Zibibbo dolce Doc di Pantelleria.

Mat.Cial. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La schiacciata con i fichi: una ricetta per vincere lo stress da rientro a scuola

ArezzoNotizie è in caricamento