Gli ombelichi con panna e pomodoro: il grande cavallo di battaglia di Muzzicone

  • Categoria

    Primo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    150 minuti
  • Dosi

    6 persone

Un primo piatto sostanzioso e golosissimo reso celebre in provincia da uno dei ristoranti storici di Castiglion Fiorentino

La ricetta

Italiano

Alziamo subito le mani. Quello che segue non è affatto un tentativo di replicare l'irreplicabile ma, semmai, un omaggio a chi in cucina ha creato grandi bontà. Gli ombelichi alla Muzzicona sono una specialità stupenda della quale chi scrive conosce soprattutto il sapore e ne ha intuito qualche ingrediente. Ma detto ciò la ricetta realizzata all'interno del celeberrimo ristorante Muzzicone di Castiglion Fiorentino ci resta sconosciuta nel dettaglio. Fondato dal compianto Tullio Barellai, il ristorante sorge nel centro storico della cittadina della Valdichiana e, nel tempo, ha meritoriamente conquistato una discreta fama locale per la sua cucina schietta, genuina e fatta con prodotti del territorio. Già il chilometro zero. Di questa famiglia anche gli ombelichi, o dischi, che altro non sono che un particolare formato di pasta circolare realizzato da un'altra istituzione di Castiglion Fiorentino: il pastificio Fabianelli. All'interno del sito internet del pastificio viene riportata una ricetta che, per assonanza, ci pare abbastanza simile a quella ben più famosa. Ve la riportiamo per vostra conoscenza e, perché no, per farvi sperimentare la realizzazione di questo piatto gustoso e godurioso. Ma sia chiaro. Gli ombelichi alla Muzzicona restano un segreto che può essere svelato solo con l'assaggio.

(ClaFa)

Un calice in abbinamento

Con un piatto così specifico, non è possibile andare troppo a zonzo per cercare il vino. Si resta in Valdichiana, magari proprio a Castiglion Fiorentino, dove esistono realtà artigianali che propongono vini di ottima fattura. Il piatto è contraddistinto da due grandi caratteristiche, la tendenza dolce e la grassezza, c'è poi una lieve tendenza acida. Abbiamo bisogno di un vino con una certa struttura, dalla grande spalla acida e dalla vena sapida. Con un tocco di morbidezza. Una chance va data a uno dei prodotti della Doc Valdichiana, un bianco fermo a base trebbiano ad esempio. Ma anche la tipologia bianco frizzante non è da escludere. Cromaticamente, intriga anche una prova con un Rosato Toscana Igt (base sangiovese), della stessa zona.

Mat.Cial.

Preparazione

Ricetta Ombelichi alla Luisa

Mettete a bollire una pentola d’acqua. Prendete una padella larga e ampia, versate 1 cucchiaio di olio in cui aggiungerete la cipolla tritata. Non appena l’olio inizia a sfrigolare aggiungete il würstel tagliato finemente e la pancetta a cubetti e fate cuocere finché i cubetti non diventano translucenti. Versate il pomodoro, salate ed aggiungete il pepe. Procedete a fiamma moderata per circa 10 minuti, mescolate di tanto in tanto tenendo sotto controllo la padella perché il pomodoro non deve attaccarsi ai lati. Aggiungere infine la panna da cucina e cuocere per altri 2-3 minuti a fuoco alto. Nel frattempo buttate i dischi nell’acqua bollente e grattugiate il parmigiano. Scolate i dischi 1 min. prima che raggiungano la giusta cottura, versateli fumanti nella padella con il pomodoro. Aggiungete il cucchiaio d’olio e una generosa spolverata di parmigiano, saltate il tutto per 1 minuto in padella a fuoco vivo finché i dischi non abbiano catturato bene il condimento.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento