Cronaca

La violentò dentro ad un dormitorio abusivo: condanna a sette anni. Dalla difesa: "Faremo appello"

Già annunciato dalla difesa, sostenuta dall'avvocato Guido Cosulich, il ricorso in appello.

Sette anni di reclusione.

E' quanto ha disposto il tribunale di Arezzo nei confronti di Abdelaziz Zougar, 57enne pregiudicato, ritenuto responsabile di violenza sessuale nei confronti di una trentenne.

L'episodio risale allo scorso giugno ed è stato ripercorso la scorsa settimana davanti al collegio del tribunale di Arezzo composto dal presidente Gianni Fruganti e dai giudici Giulia Soldini e Ada Grignani. In questa circostanza i dettagli della vicenda hanno convinto l'assise della colpevolezza dell'accusato tanto da disporne la condanna a 7 anni di reclusione.

All'epoca dei fatti la vittima degli abusi si era rivolta ai carabinieri raccontando di aver trascorso una notte da incubo all'interno dell'edificio di via Curina. Qui era stata attirata dall'uomo che l'aveva malmenata, minacciata con un coltello e poi violentata.

Un episodio gravissimo che scosse profondamente la città.
Poco dopo la denuncia della 30enne l'uomo venne trovato e arrestato.
Durante il processo il 57enne è stato riconosciuto colpevole e il racconto è stato ritenuto credibile e autentico.
Già annunciato dalla difesa, sostenuta dall'avvocato Guido Cosulich, il ricorso in appello.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La violentò dentro ad un dormitorio abusivo: condanna a sette anni. Dalla difesa: "Faremo appello"

ArezzoNotizie è in caricamento