Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

"Violentò la ex moglie", lui e lei di fronte al giudice: sentenza a luglio

Nei confronti dell'uomo è stata ritirata la querela.

Sia lui che lei questa mattina si sono presentati di fronte al giudice. Lei, la 28enne che lo scorso anno si rivolse ai Carabinieri in seguito ad una aggressione da parte dell'ex marito, dopo aver ritirato la querela per violenza sessuale nei confronti dell'ex, ha deciso di non costituirsi parte civile. Lui ha chiesto, tramite il legale Domenico Nucci, la revoca dell'obbligo di dimora. I due adesso vivono sotto lo stesso tetto, "quindi l'obbligo di dimora - sostiene la difesa -, per tenerlo lontano dalla donna non avrebbe più senso". I giudici del collegio presieduto da Giulia Soldini dovranno decidere nei prossimi giorni se revocare la misura. 

Nel frattempo però il procediemento a carico dell'uomo va avanti. Il prossimo 11 giugno saranno ascoltati i testi della difesa, mentre il 10 luglio sarà la volta dei testi della difesa. In quella data è prevista anche la sentenza. 

La storia

Era una sera di fine maggio del 2018 quando si consumò la violenza. Lui, 38enne, trovò la ex moglie di 28, in auto con un amico. Stando alla ricostruzione dei Carabinieri, che al culmine della serata intervennero, l'ex marito si avventò sull'auto, aprì lo sportello e trascinò fuori la donna picchiandola e tirandola per i capelli. Poi la portò nella loro abitazione dove la violentò. L'episodio fu prima denunciato dall'amico della donna, che in seguito all'aggressione chiamò i carabinieri, e poi dalla donna che raccontò i drammatici momenti ai militari. 

Il 38enne fu arrestato e per 8 mesi è stato recluso nel carcere di Terni. 

In udienza preliminare la donna e l'amico hanno ritirato la querela. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Violentò la ex moglie", lui e lei di fronte al giudice: sentenza a luglio

ArezzoNotizie è in caricamento