Cronaca

Prima viene derubata, poi fa arrestare banda di ladri: in tre traditi dalle telecamere del supermercato

E' stata derubata mentre riponeva la spesa nell'auto. Ma non si è fatta prendere dallo sconforto: ha subito chiamato la Polizia e grazie anche alle sue indicazioni la Squadra Volanti della Questura di Arezzo è intervenuta riuscendo a sgominare una...

furto borseggio

E' stata derubata mentre riponeva la spesa nell'auto. Ma non si è fatta prendere dallo sconforto: ha subito chiamato la Polizia e grazie anche alle sue indicazioni la Squadra Volanti della Questura di Arezzo è intervenuta riuscendo a sgominare una banda di ladri. A finire in manette, infatti, sono state tre persone, tutte dell'Equador e residenti a Roma, che avevano numerosi precedenti per furto.

L'episodio è avvenuto ieri: erano le 10 circa del mattino quando una signora dopo aver terminato la spesa presso Centro Arezzo, la ex Ipercoop, aveva raggiunto il parcheggio e stava riponendo i sacchetti all'interno della propria auto. Ad un certo punto è stata distratta dal rumore di un mazzo di chiavi gettato a terra da un uomo, con il chiaro proposito di attirarne l'attenzione. La donna si è distratta e in una manciata di secondi una complice, secondo un piano ben collaudato, si è introdotta nella vettura, portando via la borsa della signora, riposta sul sedile anteriore. I due malviventi sono poi scappati a bordo di una macchina, condotta da un terzo complice, dandosi così immediatamente alla fuga. La signora si è accorta subito del furto e ha tempestivamente chiamato il 113, raccontando i fatti all'operatore della Sala Operativa che ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia. Gli agenti hanno ascoltato le parole della donna e visionato le telecamere del parcheggio: sono così riusciti a risalire al modello e al colore dell'auto dei fuggitivi. E' stata quindi diramata una nota di ricerca per gli altri equipaggi di Polizia presenti sul territorio. In poco tempo i tre sono stati sorpresi dagli agenti di fronte ad un altro supermercato. Erano nell'area di parcheggio della Pam di via Alfieri: stavano cercando di mettere a segno altri furti. Gli agenti della Squadra Volante, li hanno bloccati e perquisiti: nell'auto avevano ancora la borsa della signora.

I tre, accompagnati presso gli uffici della Questura per una compiuta identificazione, sono stati arrestati per furto aggravato e denunciati per il reato di possesso ingiustificato di strumenti atti all'effrazione. Uno di loro, inoltre, possedeva anche un passaporto argentino che da approfondite verifiche è risultato falso.

Nel corso degli accertamenti si è scoperto che i tre erano già stati colpiti da numerosi precedenti di polizia e giudiziari per reati contro il patrimonio, rispetto ai quali erano stati emessi provvedimenti di custodia cautelare in carcere ed arresti domiciliari. Nei loro confronti il Questore ha disposto un provvedimento di Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Arezzo per anni 3.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima viene derubata, poi fa arrestare banda di ladri: in tre traditi dalle telecamere del supermercato

ArezzoNotizie è in caricamento