Cronaca

La forza distruttiva del vento: raffica record a 121 km/h. E Arezzo conta i danni

Il primato della provincia registrato ieri: Montecchio di Subbiano alle 16,30

E' stata un giornata complessa quella di ieri per via del maltempo. Nell'Aretino, fortunatamente, non si sono registrati feriti come altrove in Toscana, i danni sono stati contenuti. Hanno impressionato, tuttavia, le immagini di case e strutture scoperchiate, come quelle relative al supermercato Todis di Arezzo, in viale Santa Margherita.

Il vento

Il vento è stato l'avversario principale per tutti gli operatori scesi in campo - primi tra tutti i vigili del fuoco del comando provinciale - per ripristinare le condizioni di normalità dopo nubifragi e folate violentissime. La massima raffica registrata in provincia - fanno sapere da Arezzometeo - è quella delle 16,30 di ieri a Montecchio di Subbiano, a un'altitudine di 585 metri sul livello del mare, da 121 km/h.

Giovedì torna la pioggia

Il peggio, secondo i meteorologi, sembra però essere alle spalle: ancora vento e altri scrosci per qualche ora, poi il miglioramento. Altra pioggia, invece, dovrebbe arrivare giovedì.

I blackout

Da registrare, a macchia di leopardo, numerosi casi di blackout in provincia. Ad Arezzo, dalle parti di Ceciliano, molte abitazioni sono state messe al buio proprio dall'incidente del Todis: la copertura volata via ha infatti tranciato alcuni cavi della media tensione.

Trenta interventi in coda: Valdarno più colpito

Sono le zone attorno al capoluogo e il Valdarno le parti della provincia più colpite nelle ultime ore. Mentre infatti le situazioni più critiche in Valdichiana e in Casentino sono state via via risolte, ne sono emerse ulteriori altrove. Nonostante l'allerta arancio, la Valtiberina risulta tra le aree dell'Aretino meno flagellate. In mattinata i vigili del fuoco hanno fatto sapere di aver già portato a termine un centinaio di interventi: oltre 30 quelli in coda. Duecento le chiamate raccolte nella sola giornata di ieri.

Alberi ko

Ovunque sono caduti grossi rami o addirittura sono stati sradicati interi alberi. Alcune strade sono state temporaneamente chiuse. Tra le ultime segnalazioni, quella di Le Poggiola. Per il resto, i disagi che si sono verificati, sono legati alla caduta di tegole o piccoli casi di allagamento.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La forza distruttiva del vento: raffica record a 121 km/h. E Arezzo conta i danni

ArezzoNotizie è in caricamento