Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Violentata in Sardegna, venditore di cocco condannato a 5 anni

Vittima dell'aggressione una ventenne aretina che denunciò ai carabinieri la vicenda.

Era in vacanza a Budoni, sulla costa nord orientale della Sardegna, con la famiglia e gli amici, e aveva stretto amicizia con un venditore di cocco campano. Una simpatia nata sulla spiaggia che però si trasformò in un incubo al primo incontro serale. L'ambulante, 30enne, abusò di lei, una 20enne aretina, all'interno di un'auto. Un episodio drammatico, che è approdato nelle aule di tribunale e che ieri si è concluso con la condanna del giovane per violenza sessuale.

La vicenda risale al luglio 2018.  I due si incontrarono sul bagnasciuga, dove il 30enne andava avanti e indietro vendendo il cocco. La sera si rividero e lui la invitò a fare due chiacchiere in disparte. La ragazza si allontanò dal gruppo di amici per parlare con il giovane e a questo punto scattò la trappola. La violenza si consumò nell'auto dell'uomo. 

Da flirt a incubo

La ventenne  però trovò il coraggio di denunciare il terribile episodio, grazie anche al sostegno di un'amica. Le due infatti recarono dai carabinieri dove la ventenne raccontò quanto avvenuto. I militari nell'arco di poche ore riuscirono a rintracciare e arrestare il venditore di cocco. 

E proprio ieri la vicenda si è conclusa con la condanna del 30enne, a processo presso il tribunale di Nuoro. L'accusa era quella di violenza sessuale. Giudicato con rito abbreviato l'ambulante partenopeo è stato condannato a cinque anni: circa sei mesi in più rispetto a quanto chiesto dal pm Giorgio Bocciarelli nella sua requisitoria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentata in Sardegna, venditore di cocco condannato a 5 anni

ArezzoNotizie è in caricamento