menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E' allerta varianti anche nell'Aretino. E oggi chiudono le scuole di Sansepolcro fino a marzo

I casi finora riscontrati nell'Aretino, tra inglese e brasiliana, sono una decina: la maggior parte a Sansepolcro, un paio ad Arezzo e uno della Valdichiana, ma nelle prossime ore è atteso l'esito delle analisi di Siena sugli ultimi tamponi e il conto potrebbe salire

Mentre i contagi salgono in tutta la Toscana, con la regione oggi in zona arancione ma a rischio zona rossa, nell'Aretino l'emergenza Covid porta, intanto, a una serrata delle scuole di ogni ordine e grado in un comune: si tratta di Sansepolcro, dove, da oggi e fino al 28 febbraio compreso, resteranno chiuse tutte le aule, fino agli istituti superiori. Nemmeno nidi e materne apriranno. Se le condizioni lo consentiranno, si tornerà in classe da lunedì 1° marzo.

Ciò che maggiormente preoccupa, è la presenza di casi di contagiose varianti, come quella inglese. Da qualche tempo comparsa nell'Aretino, al pari di quella brasiliana, ma di quest'ultima si registrano meno casi. In particolare, ad oggi, i casi verificati in provincia sono una decina, più che altro concentrati a Sansepolcro (tutti di variante inglese), poi ce ne sono un paio di Arezzo e uno della Valdichiana (tra questi ultimi un paio sono di variante brasiliana, tutti ricoverati al San Donato di Arezzo). Ma si teme che nelle prossime ore il conto possa salire significativamente, perché sono in corso le analisi dei tamponi al laboratorio centrale di Siena. E tra questi ci sono anche quelli provenienti dallo screening di massa, che si è tenuto nei giorni scorsi a Sansepolcro e che ha evidenziato, sinora, la progressione dei casi in Valtiberina (alcune persone che hanno effettuato il test erano provenienti dai comuni limitrofi a quello biturgense, anche dall'Umbria). Per quanto riguarda Sansepolcro l'impennata si è registrata già nel report di mercoledì 17 (+15 casi) e in quello di ieri, giovedì 18 febbraio (+13).

L'ordinanza del comune di Sansepolcro per via delle varianti

Ieri intanto il Comune di Sansepolcro ha adottato l'ordinanza per la chiusura delle scuole nel territorio comunale, a partire da oggi, venerdì 19 febbraio. Una precauzione per limitare i contagi, che negli ultimi giorni hanno visto un'impennata. E magari evitare la zona rossa comunale. I motivi sono spiegati nella stessa ordinanza: anzitutto c'è la decisione della Regione Toscana che "ha ritenuto di organizzare con urgenza nel Comune di Sansepolcro l’esecuzione di un’attività di screening per la popolazione al fine di intercettare precocemente i soggetti positivi al virus SARS-CoV-2 e contrastare la diffusione del contagio, anche in considerazione della posizione geografica di Sansepolcro e delle varianti Covid che si sono presentate in queste settimane nella vicina Umbria"; ovviamente c'è poi "l’andamento epidemiologico" che "evidenzia un consistente incremento dei casi di positività al SarsCoV-2"; infine c'è l'invito della Asl ad adottare questo tipo di provvedimento "al fine di contenere l’ulteriore diffusione delle varianti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento