menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino anti Covid: 15.418 hanno ricevuto la seconda dose. I dati della Asl e le novità per gli ultra 80enni

I medici di medicina generale potranno contare sulla collaborazione delle Asl per vaccinare gli over 80 a domicilio o presso strutture con personale di supporto, messe a disposizione dalle stesse aziende sanitarie

39.924 aretini hanno ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid mentre 15.418 hanno terminato il ciclo. A darne comunicazione è la Asl Toscana sud est nel bollettino settimanale riguardante l'andamento della campagna vaccinale nel territorio di propria competenza. Nelle province di Arezzo, Siena e Grosseto sono stati inoculate 98.379 prime dosi e 37.581 seconde.

Prima dose

Come detto sono poco meno di 40mila gli aretini a cui è stata inniettata la prima tranche di vaccino. 23.133 cittadini hanno ricevuto il Pfizer, 13.368 Astrazeneca e 3.423 Moderna.

Nello specifico ad essere state sottoposte al trattamento sono state le seguenti categorie: 8.933 operatori delle srutture sanitarie e socio sanitarie; 13.450 over 80; 6.870 operatori scolastici (qualsiasi soggetto dipendente dalle istituzioni scolastiche ed educative pubbliche e private); 1.639 ospiti delle rsa; 4.333 under 80; 1.245 tra poliziotti, carabinieri, guardie giurate, agenti di custodia, polizia municipale e forze armate; 2.544 soggetti vulnerabili per patologia; 783 ufficiali giudiziari; 55 vigili del fuoco; 68 caregiver di soggetti vulnerabili; 4 tra donne in gravidanza ed altre casistiche particolari.

Seconda dose

15.418 aretini hanno ricevuto la seconda dose di vaccino. Ad essere state somministrate sono 14.628 dosi di Pfizer e 790 di Moderna.

Nello specifico, ad essere state sottoposte al trattamento sono state le seguenti categorie: 7.954 operatori delle srutture sanitarie e socio sanitarie; 6.051 over 80; 29 operatori scolastici (qualsiasi soggetto dipendente dalle istituzioni scolastiche ed educative pubbliche e private); 1.312 ospiti delle rsa; 7 under 80; 5 tra poliziotti, carabinieri, guardie giurate, agenti di custodia, polizia municipale e forze armate; 55 soggetti vulnerabili per patologia; 5 tra donne in gravidanza ed altre casistiche particolari.

Over 80, le novità

Nel frattempo dalla Regione Toscana, proprio nella giornata di oggi 2 aprile, rendono noto come i medici di medicina generale potranno contare sulla collaborazione delle Asl per vaccinare gli over 80 a domicilio o presso strutture con personale di supporto, messe a disposizione dalle stesse aziende sanitarie, con l’unico comune obiettivo di immunizzare tutti i circa 320mila ultra anziani toscani, entro la metà di maggio.

“Siamo tutti al lavoro per accelerare la campagna di vaccinazione degli ultraottantenni e rispettare la tabella di marcia che ci siamo dati, nell'intento di azzerare la letalità della pandemia. Sono certo che possiamo farcela, perché l'organizzazione che abbiamo messo in pista, continuamente monitorata e perfezionata sul campo, è frutto di un dialogo costruttivo, aperto e autentico, fra tutti i soggetti, che hanno a cuore la salute dei nostri anziani, e non solo - dichiara il presidente Eugenio Giani -. Ringrazio i medici di medicina generale e le Aziende sanitarie per il grande lavoro che svolgono ogni giorno e per la loro straordinaria capacità di unire le forze, a tutela della salute di tutti, a partire dai più fragili e dalle persone maggiormente esposte al rischio di ammalarsi di Covid”.

Intanto, alle ore 16 di oggi venerdì 2 aprile, sono state somministrati 211.182 vaccini Phizer a persone con più di 80 anni: di questi, 144.544 sono prime dosi e 66.638 richiami, come riportato sul portale regionale pubblico https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento