Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Pagano gli smartphone, ma non arrivano. Nuovi casi di truffe on line

Due malviventi, una donna e un uomo sono stati rintracciati dai loro profili

Smartphone di elevato valore commerciale messi in vendita a prezzi stracciati, così che in molti ne fossero attratti. Una coppia di pluripregiudicati sono stati scoperti come gli autori di numerose truffe on line messe in piedi grazie a artifizi e raggiri compiuti attraverso il commercio in internet.

A identificarli dopo la ricostruzione dei profili dei due truffatori, sono stati i carabinieri di Sansepolcro che hanno ricevuto una segnalazione da un cittadino biturgense. 

Profili social analizzati e network di fantasia scoperti. Erano usati dai malviventi per agganciare gli ignari acquirenti che sceglievano lo smartphone a poco prezzo, lo pagavano e non si vedevano mai recapitare la merce acquistata.

Grazie ai controlli incrociati ed un’accurata analisi, i carabinieri hanno individuato l’indirizzo IP col quale i due mettevano in vendita i prodotti, per poi risalire ai conti correnti sui quali gli veniva accreditato il denaro, frutto dell’illecito commercio. Ulteriore riscontro è stato dato dall’acquisizione di alcuni fotogrammi di un istituto bancario nel quale i due prelevavano il denaro provento delle truffe.

I giovani indagati, entrambi pluripregiudicati per reati specifici, dovranno rispondere del reato di truffa aggravata in concorso, i profili utilizzati per la vendita sono stati cancellati e i conti correnti posti sotto sequestro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagano gli smartphone, ma non arrivano. Nuovi casi di truffe on line

ArezzoNotizie è in caricamento