Fornitura elettrica: oltre 60 contratti truffa in Valdarno. Denunciati gli autori

Contratti luce non richiesti:  65 truffe nel Valdarno, i carabinieri denunciano due ex dipendenti di un’agenzia di vendita

Avevano messo su un business che consentiva loro di arrotondare lo stipendio a fine mese redigendo falsi contratti per la fornitura elettrica.
Sono stati denunciati per truffa un 41enne di origini partenopee e un 21enne marocchino dopo essere stati inviduati come autori di un raggiro che, soltanto in Valdarno, ha contato 65 episodi accertati.

Ad incastrare la coppia sono stati i carabinieri di San Giovanni Valdarno che hanno attivato le indagini in seguito alle numerose segnalazioni arrivate direttamente da malcapitati cittadini.

Secondo quanto ricostruito i due lavoravano per un’agenzia partner di un operatore nel settore della fornitura di energia elettrica. Entrambi, come spesso accade nel settore, venivano pagati a percentuale sul numero di contratti stipulati.  Così, con l'obiettivo di accrescere le proprie entrate mensili, il 41enne e il 21enne avrebbero compilato e sottoscritto accordi commerciali intestati ad ignari utenti che prima si sono visti recapitare la comunicazione di interruzione della fornitura da parte del precedente gestore e poi le nuove bollette, con una nuova dicitura e spesso più care delle precedenti, relative all’offerta cui avevano, senza mai aver stipulato un contratto, aderito.

"Comprensibilmente preoccupati alcuni cittadini - fanno sapere i militari valdarnesi - si sono rivolti alla stazione di San Giovanni Valdarno. Abbiamo individuato e denunciato i due dipendenti infedeli di una piccola agenzia del napoletano, completamente estranea all’accaduto, che effettivamente opera nel settore. I due sono stati denunciati per truffa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino ad oggi, i carabinieri hanno accertato 65 casi in cui i due hanno stipulato contratti in nome e per conto di ignari cittadini, tutti residenti nel Valdarno. Le indagini proseguono e gli inquirenti non escludono che il fenomeno possa riguardare una platea ancor più ampia di cittadini, anche in altre aree del territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento