Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

"Hai urtato lo specchietto, dacci i soldi e risolviamo", anziano chiama i carabinieri e fa arrestare i truffatori

Episodio ieri mattina a Castiglion Fiorentino. Un 86enne di fronte alle richieste di due giovani per un presunto urto tra auto, si è rivolto ai carabinieri che hanno sventato una truffa

Hanno fermato un un 86enne tentando di mettere in atto la "truffa dello specchietto", ma l'anziano ha chiamato i carabinieri e ha fatto arrestare i truffatori. 

Il movimentato episodio è avvenuto nella tarda mattinata di ieri. I carabinieri della stazione di Castiglion Fiorentino, insieme ai militari dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Cortona, hanno arrestato un 39enne ed un 36enne, pregiudicati di origini campane, per “tentata truffa”.
I due avevano fermato un'auto con a bordo l'anziano, dicendogli che poco prima aveva urtato la loro vettura, rompendo lo specchietto.Poi, dopo aver finto di chiamare un carrozziere, inscenando una telefonata di difronte alla loro vittima, hanno suggerito di risolvere velocemente l’incidente con la consegna di 250 euro in contanti.
A questo punto l’anziano, non avendo denaro contante con sé, si è avvitato verso la filiale della Banca Popolare di Cortona e una volta all’interno dell’istituto di credito, non convinto di quanto stava accadendo, ha deciso di chiamare Carabinieri della Stazione di Castiglion Fiorentino. I militari si sono subito attivati, chiamando a rinforzo i colleghi dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Cortona e quelli della locale Polizia Municipale. 

Giunti velocemente nei pressi della banca, i carabinieri hanno individuato i soggetti, e con una meticolosa opera di accerchiamento hanno reso loro impossibile la fuga sia a piedi che in auto. Quindi li hanno bloccati: i due si sono arresi senza opporre resistenza e sono stati  condotti presso la Stazione Carabinieri di Castiglion Fiorentino per l’identificazione ed il successivo arresto. 
L’Autorità Giudiziaria, opportunamente informata, ha disposto che i due pregiudicati restassero presso le camere di sicurezza della caserma Carabinieri di Arezzo e Cortona, rinviando a questa mattina il rito direttissimo. 
Nella mattinata odierna il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Arezzo ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria nel luogo di residenza dei due soggetti, in attesa della fissazione della data del processo.
Nei confronti dei due campani i Carabinieri di Castiglion Fiorentino inoltreranno la  proposto del “foglio di via obbligatorio” da quel comune. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hai urtato lo specchietto, dacci i soldi e risolviamo", anziano chiama i carabinieri e fa arrestare i truffatori

ArezzoNotizie è in caricamento