Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Truffa dei sondaggi: "Quelle false interviste per far stipulare contratti per le utenze"

L'allarme di Federconsumatori: "Mai dato incarico a chicchessia per effettuare sondaggi, tantomeno a proporre passaggi di utenze tra i diversi gestori"

"Si spacciano per sondaggisti affermando di essere stati incaricati da Federconsumatori e invitano gli aretini a stipulare nuovi contratti per le utenze. Ma state in guardia, è una truffa". A lanciare l'allarme è la sezione aretina dell'associazione dei consumatori, che racconta di aver ricevuto numerose segnalazione da parte degli "associati fruitori di utenze domestiche stipulate sul mercato di maggior tutela". Federconsumatori però nega di aver ingaggiato i "presunti sondaggisti" e in una nota spiega: "Federconsumatori Arezzo non ha dato incarico a chicchessia per effettuare sondaggi, tantomeno a proporre passaggi di utenze tra i diversi gestori. L’associazione diffida chiunque utilizzi e continui ad utilizzare il nome di Federconsumatori per fini commerciali e si riserva ampia facoltà di azione, anche giudiziaria, a tutela del suo buon nome".

I "sondaggisti chiamerebbero da un numero di telefono con il prefisso della provincia di Arezzo. In prima battuta affermerebbero di volter "effettuare interviste sulla soddisfazione del servizio Energia Elettrica e Gas e, con questa scusa, invitano le persone che hanno forniture secondo la formula “mercato di maggior protezione” a passare al “mercato libero”. Naturalmente propongono di stipulare il nuovo contratto con il Gestore che li ha incaricati" afferma l'associazione dei consumatori. 

Non sarebbe però questa l'unica truffa. "Ci sono giunte inoltre segnalazioni di altre telefonate fatte da Enel energia dal contenuto fuorviante, con le quali tramite messaggio registrato, viene comunicata la scadenza al prossimo primo lLuglio dei contratti stipulati con la formula “mercato di maggior tutela” invogliando le persone a passare al “libero mercato” proponendosi come gestore" sostiene Federconsumatori. "La scadenza dei contratti salvo ulteriori proroghe, sono le seguenti: per le utenze domestiche e per le piccole attività con contratti di fornitura di energia sotto i 15 KW la scadenza del mercato di maggior tutela è prevista al primo gennaio 2023. Lo stessa data vale per i contratti di fornitura Gas per utenze domestiche. La scadenza al Primo Luglio 2021 riguarda solo le utenze per attività con contratti di fornitura di Energia Elettrica che superino i 15 KW di potenza."

"Purtroppo -sostiene l'associazione  queste sono le conseguenze di una lotta tra agenzie incaricate e tra gli stessi Gestori per accaparrarsi i contratti in vista della liberalizzazione del mercato, le quali, pur di conquistare un cliente, fuorviano le persone e propongono contratti con fantomatici sconti che però sfumano nel breve volgere di pochi mesi. Raccomandiamo per questo di non fornire mai, né per telefono né di persona a sconosciuti che prima non abbiano fornito il documento identificativo dell’azienda da cui sono incaricati, dati riferiti al numero di utenza, di contratto e tantomeno i dati personali." 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dei sondaggi: "Quelle false interviste per far stipulare contratti per le utenze"

ArezzoNotizie è in caricamento