Cronaca

"La sua Poste pay è bloccata", ma è una truffa che svuota il conto corrente

I casi nell'Aretino si moltiplicano: ecco la testimonianza di una giovane. "Abbiamo capito che c'era qualcosa che non andava, così abbiamo chiamato le Poste. Fate attenzione"

Un sms dai toni rassicuranti, tanto da apparire come un nuovo servizio digitale pensato per aiutare i clienti in tempi difficili come questi. In realtà però è una temibile truffa, che rischia di svuotare i conti correnti postali di chi viene irretito. 

Il messaggio in questi giorni sta arrivando sui cellulari di molti aretini. Ed è proprio la testimonianza di una ragazza a puntare l'attenzione su questo tipo di raggiro: "Un falso messaggio arriva a nome di Poste Italiane. Il testo avverte il cliente che gli sono state bloccate le carte di credito o poste pay, chiedono di reinserire i propri dati. Ed è così ti portano via i soldi nel conto".

Uno dei destinatari della truffa è stato il fidanzato della giovane: lui però ha capito subito che c'era qualcosa di strano (lo stesso link riportava un errore grammaticale) e senza perdere tempo ha chiamato le Poste. 

"A quel punto ha avuto la conferma che si trattava di una vera e propria truffa. Non solo, durante la stessa giornata abbiamo scoperto che anche un nostro vicino di casa ha ricevuto lo stesso messaggio e che sono molti ormai i casi in città".

Ma che cosa accade a chi accede al link?Il malcapitato si ritrova in una finta pagina di Poste Italiane in cui vengono chiesti i dati delle carte Poste Pay e i dati personali. Una volta inseriti, è come aver consegnato le chiavi di accesso ai propri risparmi in mano di truffatori seriali. Che si ritrovano con tutti gli strumenti per prelevare fino all'ultimo centesimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La sua Poste pay è bloccata", ma è una truffa che svuota il conto corrente

ArezzoNotizie è in caricamento