Cronaca

Compra pelliccia in Costa d'Avorio, ma era una truffa online. Aretina perde 8mila euro

La donna, una cinquantenne, ha risposto ad un annuncio pubblicato sul portale Subito.it. Il venditore era un uomo dalla Costa d'Avorio: si sono accordati sulle modalità di pagamento - l'intera somma è stata pagata su un conto corrente sempre della Costa d'Avorio -  e il regalo sembrava fatto.

Ha acquistato una pelliccia di visone online, ma quello che sembrava un affare si è rivelato una costosa truffa. Brutta esperienza per una signora aretina che aveva sperato di regalarsi il prezioso capo per Natale. Il prezzo - 8mila euro - era sembrato davvero conveniente: perché in Italia capi di quella fattezza ne costano oltre 12mila. E così la donna, una cinquantenne, ha risposto ad un annuncio pubblicato sul portale Subito.it. Il venditore era un uomo dalla Costa d'Avorio: si sono accordati sulle modalità di pagamento - l'intera somma è stata pagata su un conto corrente sempre della Costa d'Avorio -  e il regalo sembrava fatto.

Invece il Natale è passato e succesivamente sono trascorse altre settimane, ma della pelliccia - che avrebbero dovuto spedire proprio dalla Costa d'Avorio - nessuna traccia. Dopo la cocente delusione la donna ha deciso di denunciare il furto alla Polizia Postale. 

Anche nell'Aretino capitano sempre più spesso le truffe collegate alla Costa d'Avorio: si tratta infatti di uno dei pochi Paesi con i quali non ci sono specifici accordi che permettano agli inquirenti italiani di indagare su queste tipologie di reati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra pelliccia in Costa d'Avorio, ma era una truffa online. Aretina perde 8mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento