Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Truffa con le polizze auto, si stringe il cerchio delle indagini. "Paura di un raggiro? Ecco il sito dove verificare la copertura rca"

Le indagini proseguono serrate. Si starebbe stringendo il cerchio attorno al collaboratore di alcune agenzie assicurative che sarebbe scomparso dopo essere stato denunciato da un'agenzia cittadina. La Procura di Arezzo ha aperto un fascicolo e sta...

polizza auto

Le indagini proseguono serrate. Si starebbe stringendo il cerchio attorno al collaboratore di alcune agenzie assicurative che sarebbe scomparso dopo essere stato denunciato da un'agenzia cittadina. La Procura di Arezzo ha aperto un fascicolo e sta conducendo gli accertamenti del caso. Le ipotesi di reato che potrebbero essere formulate a carico dell'uomo - un quarantenne di origini partenopee ma residente ad Arezzo - vanno dalla truffa all'appropriazione indebita.

Nei suoi confronti a fine aprile è stata presentata una articolata denuncia, con la quale pare sia stato descritto anche il modus operandi. Ma a far emergere le incongruenze nelle polizze stipulate dall'uomo sarebbe stata la Polizia Municipale di Arezzo, durante un controllo stradale. Secondo alcune testimonianze giunte alla redazione, pare che alcuni automobilisti fossero stati colti in flagrante senza assicurazione, ma loro erano convinti di averla pagata.

Ma cosa avrebbe fatto l'uomo scomparso?

Stando alle testimonianze giunte in questi ultimi giorni alla nostra redazione, alcuni clienti avevano stipulato le polizze ma, pur avendo pagato per un anno, il contratto firmato risultava valido solo pochi giorni. In pratica, hanno raccontato alcuni clienti, avrebbero pagato l'intera quota ma buona parte dei soldi sarebbero spariti nelle tasche dell'uomo. In altri casi invece ci sarebbe il sospetto che i clienti fossero d'accordo con lui. Si parla anche di episodi avvenuti lontano dalla provincia di Arezzo, in Campania, dove sarebbero stati denunciati numerosi sinistri che invece non avrebbero trovato riscontri. Tutti fatti al vaglio degli inquirenti.

Le indagini dovranno appurare anche quanti soldi l'uomo è riuscito a intascare: collaborava con tre agenzie assicurative dell'Aretino e anche con due compagnie telefoniche. Nell'ambiente c'è chi parla di alcune centinaia di migliaia di euro, anche se in realtà pare che la somma totale sia molto più contenuta: probabilmente si ferma ad alcune decine di migliaia di euro.

Nel frattempo l'agenzia che lo ha denunciato ha anche provveduto a segnalare la vicenda al registro degli intermediari assicurativi, dal quale è stato espulso.

COME EVITARE LE TRUFFE

Un raggiro quello raccontato da questi aretini, che potrebbe essere capitato anche ad altre persone. "Per essere più tranquilli - spiega Gianluca Cirignoni, assicuratore che opera nell'Aretino e in Umbria - basta fare delle verifiche online. E' infatti sufficiente connettersi al Portale dell'Automobilista, il portale di servizi di e-government del Dipartimento per i Trasporti". In questo portale, all'indirizzo www.ilportaledellautomobilista.it chiunque può verificare la propria copertura rca in tempo reale, senza spese.

"Inoltre - prosegue Cirignoni - quando non si stipulano contratti direttamente negli uffici delle agenzie, è possibile verificare che la persona che ci raggiunge a casa e ci fa una proposta di polizze sia iscritta al Rui, cioè il Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi. Inoltre si può verificare sul sito dell'Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) la normativa del settore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa con le polizze auto, si stringe il cerchio delle indagini. "Paura di un raggiro? Ecco il sito dove verificare la copertura rca"

ArezzoNotizie è in caricamento