menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Si era finto malato per raggirarmi", ma durante il processo emerge un'altra verità: ex fidanzato assolto

L'insolita vicenda nel Cortonese: tre anni di processo e i capi d'imputazione smontati punto per punto. Così l'assoluzione

E' stato assolto perché il fatto non sussiste. Non avrebbe rubato soldi alla ex fidanzata né tantomeno, secondo il giudice del tribunale di Arezzo, avrebbe cercato di raggirarla. Si è conclusa così la vicenda iniziata con una denuncia di una giovane donna del Cortonese, approdata in tribunale nel maggio del 2018 e andata avanti per quasi tre anni.

L'uomo, all'epoca 35enne, era accusato di truffa aggravata e furto. Secondo la ricostruzione della procura il giovane, senza un lavoro fisso, aveva chiesto e ricevuto dalla propria fidanzata molti soldi. Un totale di oltre 25mila euro. Il motivo sarebbe stato legato ad una delicatissima situazione di salute del giovane. 

Nella sua denuncia, infatti la fidanzata, aveva raccontato che il 35enne temeva per la propria vita e nel capo di imputazione era chiaramente riportato che l'uomo avrebbe fatto credere all'innamorata di avere un tumore al fegato. La donna avrebbe consegnato al partner 20mila euro in contanti e in seguito gli avrebbe girato un bonifico da 5mila 700 euro. Secondo il capo di imputazione, inoltre la giovane si sarebbe accorta che qualcosa non quadrava quando le sarebbe stato addebitato l'acquisto di una bicicletta dal costo di oltre 2mila euro.

"Finto malato truffa la fidanzata": 35enne a processo

In aula però la difesa, rappresentata dal legale Michele Iacomi, è riuscita a ricostruire in modo particolarmente convincente la versione dell'ex fidanzato, con tanto di testimoni. Tra questi anche il titolare del negozio dove fu acquistata la bicicletta, che ha detto di fronte al giudice che al momento dell'acquisto era presente anche la donna. Per quanto riguarda i 25 mila euro, carte alla mano, è stato dimostrato che la madre dell'uomo li stava restituendo un po' per volta.

Mercoledì sera la sentenza. L'uomo, visti i capi di imputazione, rischiava una condanna a 5 anni. Dopo che lo stesso pm ha chiesto l'assoluzione, in seguito ad una lunga camera di consiglio, il giudice Filippo Ruggiero si è pronunciato.  L'ex fidanzato è stato assolto con formula piena: il fatto non sussiste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento