Maxi truffa, con un messaggio svuotano il conto corrente bancario: 25 casi ad Arezzo in una mattina

"L'home banking è stato bloccato", così è iniziato il calvario dei risparmiatori che hanno denunciato ammanchi tra i 4mila e i 24mila euro

La truffa ha inizio con l'invio di un messaggio che dice che il proprio conto in 'home banking' è stato bloccato e che dà presunte istruzioni per aprire un secondo file. In questo modo i clienti ritrovano il conto corrente svuotato. Ad Arezzo - spiega l'Adnkronos -  solo nella mattinata di oggi sono state presentate alla polizia postale 25 denunce. Per i truffati gli ammanchi vanno dai 4mila ai 24mila euro. Secondo la polizia postale ad agire sarebbe un'organizzazione dì alto livello capace di intercettare clienti 'veri' a cui manda un messaggio dalla loro banca. Il passaggio chiave è quando vengono usate le istruzioni per riaprire un nuovo conto con l'home banking: una volta inserite le credenziali, i malviventi forniscono ai truffatori il modo per svuotare i conti. Secondo la polizia si tratta di truffatori con competenze elevate dal momento che hanno attaccato direttamente l'home banking della banca. Nel raccogliere le denunce, la raccomandazione degli agenti è quella di non aprire le e-mail sospette a nome degli istituti bancari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento