Prenota la casa al mare, ma all'arrivo è già occupata. L'amara truffa che ha rovinato la vacanza di una casentinese

Il raggiro perpetrato questa estate da due modenesi è costato oltre 500 di euro di caparra alla vittima casentinese. I truffatori sono stati però scoperti dai carabinieri

Impegno, di nuovo, sul fronte anti truffa per i carabinieri della compagnia di Bibbiena. Questa volta i militari della stazione del capoluogo casentinese hanno proceduto per una finta vacanza (ma vero raggiro) della quale è rimasta vittima una donna bibbienese. Nel mese di agosto, aspirando dopo i mesi di lockdown a trascorrere in serenità le ferie nella vicina riviera romagnola, a Cattolica, la donna aveva cercato in rete un immobile da poter affittare per la sua famiglia. Aveva così intavolato una trattativa per una casetta al mare con due persone, un uomo e una donna, in apparenza affabili, cordiali e intenzionati a lasciare per la vacanza l’immobile. I due le richiedevano il classico versamento di una caparra, poco più di 500 euro, poi puntualmente pagata. Per la donna però c'è stata l’amara sorpresa al momento dell'arrivo di Romagna: i due truffatori avevano affittato di fatto un’immobile di proprietà di una persona totalmente estranea ai fatti, la quale si è ritrovata a sua volta vittima del raggiro.

Le indagini, particolarmente impegnative per una pluralità di soggetti coinvolti per l’intestazione del conto corrente su cui era stata versata la caparra e l’utilizzo di utenze telefoniche, sono state condotte scrupolosamente dai carabinieri di Bibbiena, che hanno deferito all’autorità giudiziaria un giovane e una donna modenesi, che già in passato si erano resi protagonisti di episodi simili.

"La prudenza non è mai troppa. Come più volte ricordato, i Carabinieri - spiegano dalla compagnia di Bibbiena - invitano a tenere alta la guardia anche dinanzi agli annunci che presentano requisiti di genuinità. Logicamente i prezzi estremamente vantaggiosi, senza riscontri in proprio nei limiti delle proprie possibilità, possono nascondere rischi di truffe e raggiri. Nel sito internet dell’Arma dei Carabinieri i cittadini potranno trovare una serie di consigli utili a non rimanere “intrappolati” nella rete con l’e-commerce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento