Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

"Online ho trovato un'assicurazione auto con maxi sconto, ma sono stata truffata". Un caso al giorno ad Arezzo

Stamattina l'ultima denuncia: 570 euro di premio anziché 715, con un ribasso del 20% rispetto alla migliore proposta. Ma incassati i soldi, il sedicente agente è scomparso

Un caso al giorno, in media, nell'ultima settimana: sono otto le denunce di truffe online legate alle assicurazioni auto presentate ad Arezzo da mercoledì scorso ad oggi: l'ultima - in ordine di tempo - è stata sporta proprio questa mattina. Una signora di mezza età che ha puntato l'indice contro un sedicente agente assicurativo, scomparso subito dopo aver incassato quel che avrebbe dovuto essere il premio annuo Rc Auto per la propria vettura. Sull'impennata di casi sta indagando la polizia postale di Arezzo.

L'allettante proposta: Rc Auto scontata del 20%

La signora ha raccontato di essersi messa a cercare una compagnia assicurativa che le proponesse un premio più conveniente per la copertura annuale della propria macchina. I prezzi, pur cambiando compagnia, erano piuttosto simili tra loro. Ma su internet, la donna era riuscita a trovare un'offerta parecchio miglioratibva rispetto alla proposta più economica fino a quel momento spuntata. Si era imbattuta infatti in un agente che le aveva sottoposto un contratto annuale da 570 euro anziché 715, prezzo dell'offerta più bassa ottenuta in precedenza.

L'agente fantasma: irreperibile dopo aver incassato 570 euro

A quel punto, la donna ha accettato. Anche perché l'agente si era presentato come membro della compagnia Cattolica, gruppo conosciuto e stimato. Con ogni probabilità, la Cattolica era all'oscuro delle mosse del sedicente agente. E l' "assicuratore", una volta ottenuti i 570 euro online, non solo non ha inviato il tagliando dell'assicurazione pagata alla donna, ma è scomparso, rendendosi irreperibile.

I consigli degli investigatori per difendersi dalla truffa

Quanto denunciato è la coda di una scia di truffe che da giorni sta colpendo Arezzo: otto casi dallo scorso mercoledì. Il copione si ripete quasi identico, i truffatori sfruttano anche siti internet che ricalcano le grafiche delle più note compagnie per adescare le vittime. Che, finora, sono già otto: il consiglio degli inquirenti per evitare che i casi lievitino, è quello di fare una semplice verifica; contattare il gruppo assicurativo di cui l'agente farebbe parte e chiederne la conferma di identità e affidabilità. Altrimenti rifiutare il "pacco" e segnalare l'episodio alle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Online ho trovato un'assicurazione auto con maxi sconto, ma sono stata truffata". Un caso al giorno ad Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento