Cronaca

Tragedie per presunti malori: accertamenti sull'operaio di Levane e sull'uomo trovato sul Sentiero della Bonifica

I due decessi secondo gli inquirenti sarebbero legati a malori fatali. Disposti accertamenti esterni sulle salme

Due tragedie, due morti legate molto probabilmente a dei malori. La procura di Arezzo in entrambi i casi ha disposto un accertamento esterno sulle salme. 

Le tragedie

Nel fine settimana due persone hanno perso la vita presumibilmente in seguito ad un malore. Il primo è un aretino di mezza età trovato senza vita giovedì sera lungo il Sentiero di Bonifica a San Zeno. E' stato trovato vicino ad un motorino, con il quale probabilmente era arrivato sul posto.  La Procura aretina ha aperto un fascicolo e al momento non si ipotizzano reati. L'accertamento è stato disposto per chiarire le cause del decesso.

L'altra persona che ha perso la vita è un operaio di 40 anni che nella mattinata di sabato durante il turno di lavoro è stato presumibilmente vittima di un malessere fatale. Il decesso si è verificato alle 10 circa all'interno di una fabbrica di Levane.  Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno, che hanno avviato un'indagine. Allertati anche i tecnici del Pisll della Asl Toscana Sud Est. Secondo le prime indiscrezioni giunte dalla Procura, il decesso non sarebbe collegato all'attività svolta dall'uomo all'interno dell'azienda. L'ipotesi principale sembra essere quella di un malore fatale. 

Saranno gli accertamenti disposti a chiarire le cause di quanto accaduto e a fugare i possibili dubbi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedie per presunti malori: accertamenti sull'operaio di Levane e sull'uomo trovato sul Sentiero della Bonifica

ArezzoNotizie è in caricamento