rotate-mobile
Cronaca Monterchi

Tragedia di San Giustino, Comune e assicurazione citati come responsabili civili per l'incidente mortale

Nello schianto persero la vita quattro giovanissimi. Secondo la Procura l'assenza del guard rail fu determinante per l'esito mortale

Il Comune di San Giustino e dell’assicurazione Zurich entrano nel processo, sono stati citati in giudizio come responsabili civili della tragedia. Così si è conclusa la seconda udienza, presso il tribunale di Perugia, sulla tragedia che avvenne la notte tra il 2 e il 3 dicembre 2022, a San Giustino, quando un'auto con a bordo quattro ragazzi, si schiantò contro la base di un ponte. Nell'impatto Natasha Baldacci, Gabriele Marghi e Nico Dolfi, tutti di 22 anni, e Luana Ballini, di 17 persero la vita. Erano a bordo di una Fiat Punto, provenivano da Città di Castello ed erano diretti a Sansepolcro, quando nella zona dell'Altomare (area industriale di San Giustino Umbro), finirono fuori strada. Le ruote di destra entrarono in un canale di scolo per le acque e poi l’auto finì contro la base del ponte.

Secondo la Procura di Perugia fino al 2018, come spiega Perugia Today, in quel punto c'era un guard rail, divelto nel corso di un precedente incidente stradale e mai ripristinato. La Prefettura aveva disposto che venisse riallestito entro un mese da parte della persona che aveva causato quell'incidente, ma il Comune ne avrebbe comunque avuto la responsabilità. Per questo due persone, all’epoca dei fatti responsabili dell’ufficio che avrebbe dovuto occuparsi della cosa, sono finiti sotto processo per omicidio stradale in concorso. Uno di loro è l'ex sindaco di Monterchi Massimo Boncompagni, difeso dall'avvocato Luca Fanfani. 

Una perizia stilata dai consulenti della Procura di Perugia ritiene che la presenza del guard rail avrebbe potuto scongiurare la tragedia, evitando che l’auto con a bordo i quattro ragazzi finisse contro il pilone. Ma il codice della strada prevede l'obbligo di installare guard-rail all’interno dei centri urbani, dove è in vigore il limite dei 50 chilometri orari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di San Giustino, Comune e assicurazione citati come responsabili civili per l'incidente mortale

ArezzoNotizie è in caricamento