Tragedia di via Petrarca, forse una sigaretta la causa del rogo. Disposta l'autopsia sulla donna. Dimesso il figlio

Forse a scatenare l'incendio potrebbe essere stata una sigaretta entrata in contatto con il tessuto del divano. Da lì le fiamme potrebbero essersi propagate al resto dell'appartamento, causando la morte di Elsa Berneschi Rossi. La tragedia è...

 

Forse a scatenare l'incendio potrebbe essere stata una sigaretta entrata in contatto con il tessuto del divano. Da lì le fiamme potrebbero essersi propagate al resto dell'appartamento, causando la morte di Elsa Berneschi Rossi.

La tragedia è avvenuta questa mattina poco dopo le 8,15 in un edificio all'angolo tra via Petrarca e via delle Rose. L'appartamento dove la donna viveva con il figlio 36enne è al secondo piano. A chiamare i soccorsi è stato il figlio che è riuscito a raggiungere il balcone e a gridare aiuto. Quando sono arrivati i vigili del fuoco lo hanno portato in salvo con l'autoscala. Una squadra nel frattempo è entrata dall'ingresso principale, e immersa in una densa nube di fumo, tra le fiamme che avevano investito il divano e le suppellettili hanno trovato la madre, una donna di 76 anni.

Adesso i vigili del fuoco stanno portando avanti gli accertamenti necessari per capire le cause dell'incendio. Una delle ipotesi potrebbe essere, appunto, proprio quella di una sigaretta che a contatto con il divano ha innescato le fiamme. Ma non si escludono altre piste, compresa quella che la donna abbia avuto un malore prima che il rogo divorasse parte del soggiorno. Per fare ulteriore chiarezza la pm Julia Maggiore ha disposto l'autopsia sul corpo della 76enne.

Il figlio è stato dimesso nel primo pomeriggio dall'ospedale San Donato. In un primo momento i sanitari del 118 che lo hanno soccorso temevano una intossicazione causata dal fumo. Fortunatamente invece non ha riportato conseguenze di questo genere, anche se la terribile vicenda gli ha causato un forte choc.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento