Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Tragedia del Cervino, attesa per il rientro di Matteo ad Arezzo e per i funerali

Prima il trasferimento all'ospedale di Sion, dove di fronte ai medici legali i genitori hanno riconosciuto il figlio. Poi una serie di formalità, perché il corpo è precipitato oltre il confine italiano, in Svizzera. E' un rientro doloroso e...

matteo pes-2

Prima il trasferimento all'ospedale di Sion, dove di fronte ai medici legali i genitori hanno riconosciuto il figlio. Poi una serie di formalità, perché il corpo è precipitato oltre il confine italiano, in Svizzera. E' un rientro doloroso e complicato quello della salma di Matteo Pes ad Arezzo. Il 28enne ha perso la vita nella tarda mattina di domenica mentre stava scalando il Cervino insieme ad un amico.

Una vacanza sognata, come lo erano tutte le vacanze in montagna per lui: perché il giovane era un vero e proprio appassionato delle arrampicate. Il suo profilo Facebook è pieno di di foto mentre scala insieme agli amici cime e crinali. Immagini di panorami mozzafiato. Viste bellissime.

Domenica Matteo voleva raggiungere la vetta del Monte Cervino, la "Gran Becca", a 4mila 400 metri. Ma dopo una partenza alle 5,30 del mattino e quasi sette e di scalate aveva deciso assieme all'amico di fermarsi. "Sono stanco" avrebbe commentato dicendosi d'accordo con la scelta di fare tappa a Capanna Carrel, a quota 3800 metri. Ma non ci è arrivato, è precipitato lungo la Cheminée (a quota 3700), probabilmente per aver perso l'appiglio ad una corda utilizzata dagli scalatori che si cimentano in quella salita di circa 15 metri. La caduta, per circa 300 metri, non gli ha dato scampo.

Ieri mattina i genitori, arrivati nella sera di domenica, hanno riconosciuto il corpo nell'ospedale svizzero. La salma potrebbe rientrare ad Arezzo in giornata.

Intanto Arezzo si stringe ai familiari e agli amici di Matteo.

Attivista di Casapound, è stato salutato così sulla pagina Facebook di Casapound Arezzo:

"Un'aquila nel cielo. Come dicevi tu Matte: "Non possiamo dirigere il vento, ma possiamo orientare le vele". Aiutaci a farlo da lassù, fratello nostro".

Domenica sempre sui social è stato pubblicato il ricordo dei compagni di squadra della Polisportiva San Marco La Sella:

Ciao Matteo. Ti ricorderemo per sempre per la tua voglia di lottare, per la tua voglia di vincere, per il tuo spirito di appartenenza, per il tuo sorriso ?"

Oggi probabilmente si saprà anche la data dei funerali del giovane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia del Cervino, attesa per il rientro di Matteo ad Arezzo e per i funerali

ArezzoNotizie è in caricamento