Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza del Commissario, 1

Tragedia all'Archivio di Stato: "Valvola montata al contrario e stanza senza sfiati". Indiscrezioni sulle perizie

A quasi un anno di distanza dalla morte di Piero Bruni e Filippo Bagni emergono le prime indiscrezioni sulle perizie svolte dai consulenti della Procura e delle parti in causa

Potrebbe essere stata una valvola di sicurezza montata male la causa della tragedia dell'Archivio di Stato. L'indiscrezione - pubblicata questa mattina dal Corriere di Arezzo - getta nuova luce sulla drammatica vicenda nella quale persero la vita due impiegati: Piero Bruni e Filippo Bagni, entrambi asfissiati da una fuoriscita di gas argon dall'impianto anti incendio. 

Uccisi dal gas: team di esperti dà la caccia ai perché

Sarebbe questo il risultato di una delle perizie tecniche la cui relazione nei prossimi giorni dovrà essere consegnata in Procura. Gli accertamenti vanno avanti dallo scorso gennaio. E dalle indiscrezioni, che attendono conferme ufficiali, oltre ad essere montata al contrario, la valvola non aveva il sigillo. Potrebbe essere stato questo errore a causare la fuorisciuta anomala del gas assassino? Pare inoltre che nel locale dove si trovava l'impianto anti incendio mancassero le canalette di sfiato verso l'esterno. 

"Nessuno ci ha mai detto che l'argon fosse pericoloso", il dolore del direttore Saviotti

L'inchiesta della Procura di Arezzo vede 15 persone iscritte nel registro degli indagati. L'accusa è quella di omicidio colposo plurimo. Nei prossimi giorni scadranno i termini, per i consulenti, per consegnare i risultati delle perizie. Solo allora sarà possibile conoscere nel dettaglio cosa è stato rilevato e se possono essere individuate ed attribuite con esattezza le responsabilità della tragedia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia all'Archivio di Stato: "Valvola montata al contrario e stanza senza sfiati". Indiscrezioni sulle perizie

ArezzoNotizie è in caricamento