Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Tragedia all'Archivio di Stato, argon e anidride carbonica: gas killer che hanno ucciso i due dipendenti

Un mix di Argon e anidride carbonica: sarebbero stati questi i gas killer che hanno ucciso i due dipendenti dell'Archivio di Stato, Filippo Bagni e Piero Bruni. Una tragedia avvenuta questa mattina, alle 8 circa. I gas sarebbero fuoriusciti...

sdr-45

Un mix di Argon e anidride carbonica: sarebbero stati questi i gas killer che hanno ucciso i due dipendenti dell'Archivio di Stato, Filippo Bagni e Piero Bruni. Una tragedia avvenuta questa mattina, alle 8 circa. I gas sarebbero fuoriusciti dall'impianto antincendio. Si tratterebbe di un impianto la cui manutenzione è affidata ad una azienda esterna e che solo poche settimane fa pare fosse stato sottoposto ad una revisione e fosse risultato funzionante.

Ma cosa è accaduto di preciso? Perché si è verificata la fuoriuscita dei gas? L'impianto antincendio dell'Archivio di Stato, dovendo proteggere documenti importanti, non può funzionare con liquidi che rischierebbero di rovinare le carte, ma sottrae ossigeno alla combustione iniettando gas inerti, come l'argon. In realtà l'argon non è tossico per l'organismno, ma in concentrazioni molto elevate può dar luogo ad una sintomatologia asfittica. Proprio per questo suo effetto viene usato per spegnere incendi. Non solo, tende a ristagnare negli ambienti, per questo andrebbe evitato lo stoccaggio di grandi quantità in locali chiusi e piccoli, perché in caso di perdite potrebbe rivelarsi fatale. Secondo una primissima ricostruzione questa mattina all'Archivio si sarebbe verificata una deflagrazione. La polizia giudiziaria dei vigili del fuoco sta svolgendo in queste ore i rilievi per capire se effettivamente è andata così. Quello che sembra certo è che i tecnici avevano tentato di intervenire da remoto, ma l'allarme antincendio continuava a inviare segnali. Così Bagni e Bruni sono scesi nel seminterrato per vedere cosa stava accadendo. E qui, nonostante pare non si trovassero in un ambiente chiuso, hanno respirato il fatale mix di gas che ha causato un'intossicazione e il successivo soffocamento dei due dipendenti Si sarebbe consumato così il dramma. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri e la pm Laura Taddei della Procura di Arezzo, per un primo sopralluogo. L'edificio è stato posto sotto sequestro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia all'Archivio di Stato, argon e anidride carbonica: gas killer che hanno ucciso i due dipendenti

ArezzoNotizie è in caricamento