menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il terremoto, le grida, le aule evacuate: un giorno di scuola fuori dall'ordinario

Ecco cosa è successo stamattina dopo la scossa di magnitudo 2.6 in via Angelo Tricca ad Arezzo. Dopo la verifica strutturale, gli studenti sono tornati in classe

Una scossa breve e che, per fortuna, non ha causato danni. C'è chi, addirittura, non si è accorto o chi l'ha scambiata per un colpo di vento. Ma in alcune zone di Arezzo è stata avvertita distintamente. E dove è successo, non è stata presa sottogamba. Come ad esempio nel complesso scolastico di via Angelo Tricca. A seguito del terremoto di magnitudo 2.6 di questa mattina tutte le aule sono state evacuate.

La scossa di terremoto di magnitudo 2.6 ad Arezzo. Epicentro a Ripa dell'Olmo

Per tutti i bambini e ragazzi della scuola materna, delle elementari e delle medie, la giornata di oggi, giovedì 17 ottobre, non è stata la solita. Quando alle 9,20 la terra ha tremato (con epicentro nella frazione di Olmo), insegnanti e il resto del personale scolastico hanno cercato di tranquillizzare i giovani alunni, placando grida e schiamazzi. E hanno applicato, correttamente, il protocollo per l'evacuazione della struttura.

Alle 9,30 i piazzali delle strutture scolastiche era colorate di bambini. Passato lo spavento, per tutti, la giornata è tornata sui binari della normalità. Ma il rientro nelle aule non è avvenuto prima di una scrupolosa verifica strutturale effettuata dall'ingegnere preposto. Dopo poco più di un'ora, le lezioni sono ripartite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dopo 25 anni torna la Carta dei Sentieri del Pratomagno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento