Terremoto nel Reatino. Vigili del Fuoco Arezzo: "Così abbiamo salvato un anziano sepolto sotto le macerie"

Sono partiti questa notte poco dopo le 3,36 ed hanno raggiunto Accumoli e Amatrice. Qui dieci vigili del fuoco di Arezzo, insieme al personale Saf e al nucleo elicotteristi, stanno lavorando per prestare soccorso alle centinaia di famiglie sono...

terremoto_rieti3

Sono partiti questa notte poco dopo le 3,36 ed hanno raggiunto Accumoli e Amatrice. Qui dieci vigili del fuoco di Arezzo, insieme al personale Saf e al nucleo elicotteristi, stanno lavorando per prestare soccorso alle centinaia di famiglie sono state colpite dal sisma che ha devastato principalmente la zona del Reatino.

Oltre settanta le vittime del terremoto accertate finora. Il dato provvisorio è aggiornato di ora in ora dal Dipartimento della Protezione Civile: in particolare, i morti ad Amatrice sono 53 tra Amatrice ed Accumoli, mentre sono 20 i morti accertati dalla Protezione civile delle Marche. Ancora imprecisato il numero dei dispersi. Al Pronto soccorso di Ascoli e di San Benedetto del Tronto sono arrivati almeno 81 feriti, di cui 7 in gravi condizioni, 153 sono ricoverati nelle strutture del Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
E' nei due centri laziali che i vigili del fuoco di Arezzo si sono recati per dare il proprio contributo alle operazioni di messa in sicurezza e soccorso. "Altri - fanno sapere dalla centrale operativa di via degli Accolti - sono pronti a partire nei prossimi giorni per dare il cambio ai colleghi". Sul posto, a coordinare il lavoro degli uomini aretini, ci sono i caposquadra Antonio Biagi e Stefano Poggini. Dalle prime luci di questa mattina sono impegnati nelle attività di recupero e soccorso. "Abbiamo salvato un anziano - racconta Antonio Biagi - lo abbiamo estratto dalle macerie della propria abitazione dove si trovava al momento della scossa. E' stato un momento toccante quando, dopo ore di lavoro, siamo riusciti ad estrarlo e metterlo in salvo. La situazione è difficile. Le cittadine sono distrutte. Macerie ovunque. Il lavoro di ricostruzione e i soccorsi andranno avanti per molto tempo. Noi saremo qui a fare del nostro meglio". Partita anche una squadra di operatori del Cisar Toscana a bordo della unità mobile 05 della RNRE (Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni in Emergenza) di cui l’associazione aretina ne è partecipe, per andare a portare i primi soccorsi nella zona di Amatrice.

"L’impegno e la disponibilità dei nostri operatori - fanno sapere dal Cisar - sarà prevalentemente concentrato per il ripristino celere delle comunicazioni che al momento risultano in forte difficoltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento