Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Terremoto a Ischia, Fabio Battaglia da Forio: "Stiamo bene, ci organizziamo per il rientro"

"Stiamo bene, da noi non è crollato nemmeno un cornicione, ma a pochi chilometri di distanza c'è il finimondo." E' il commercialista aretino Fabio Battaglia che parla dalla sua pagina Facebook e rassicura gli amici. In tanti lo hanno contattato...

crolli-ischia-terremoto

"Stiamo bene, da noi non è crollato nemmeno un cornicione, ma a pochi chilometri di distanza c'è il finimondo." E' il commercialista aretino Fabio Battaglia che parla dalla sua pagina Facebook e rassicura gli amici. In tanti lo hanno contattato appena saputo della scossa di terremoto che aveva provocato crolli, morti e feriti nella bella isola di Ischia.

Battaglia, vice presidente dell'Ordine dei commercialisti di Arezzo, è in vacanza con la famiglia nella località di Forio che in linea d'aria si trova a pochi chilometri dall'epicentro e dal luogo più colpito, quello di Casamicciola.

"C'è stata tanta paura, ma qui il terremoto è stato assai più lieve e non ha provocato danni, temo che l'incuria abbia potuto più della natura" ha detto Battaglia commentando le immagini dei crolli.

In molti già dalla serata di ieri hanno lasciato l'isola grazie a corse straordinarie dei traghetti che continueranno nella giornata di oggi. Anche Fabio si sta organizzando per lasciare prima del previsto l'isola "sto cercando di capire, ma sembra difficile farlo nella giornata di oggi."

Intanto si è aperto il dibattito sulla potenza del terremoto di ieri sera. E' stato l'aretino Enzo Boschi ex presidente dell'Ingv che da Twitter ha lanciato dubbi sulla prima valutazione della magnitudo che era stata di 3.6.

"Guardando le immagini - ha spiegato alla giornalista di CorriereTv - era evidente che la magnitudo non poteva essere così bassa, 3,6 ad una profondità di 10 km." E infatti l'Ingv l'ha poi rivalutata a 4. Un terremoto di tipo tettonico, dello stesso tipo del 1883 quando Casamicciola fu distrutta.

"Quello che genera i danni sono la qualità degli edifici e la profondità focale, cioè più è profonda e meno danni fa, a me dava l'impressione che fosse superficiale e infatti hanno corretto a 5 km e poi la magnitudo troppo bassa, una valutazione di esperienza, mi sono occupato di queste cose per 40 anni. Comunque la principale colpa è quella degli edifici che se fossero costruiti bene non provocherebbero problemi come hanno fatto in altri paesi."

Boschi avverte anche che "questo tipo di terremoti di solito si presenta in coppia, quindi in questi primi giorni ci vuole molta cautela."

Intanto da ieri sera sono in allerta i vigili del fuoco di Arezzo che nelle prossime ore potrebbero partire alla volta di Ischia per prendere parte ai soccorsi. La squadra è formata da nove uomini e alcuni mezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto a Ischia, Fabio Battaglia da Forio: "Stiamo bene, ci organizziamo per il rientro"

ArezzoNotizie è in caricamento