rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Tafferugli in autostrada, avviso di chiusura indagini per sette tifosi romanisti

I disordini risalgono all'8 gennaio e coinvolsero i giallorossi con i rivali del Napoli. Accertamenti in corso per la scazzottata di ieri tra juventini e atalantini in viaggio verso la finale di Coppa Italia

Avviso di chiusura indagini per sette tifosi romanisti rimasti coinvolti nella maxi rissa avvenuta l'8 gennaio 2023 lungo il tratto aretino dell'Autosole. I pm Marco Dioni e Chiara Pistolesi ipotizzano i reati di rissa, lancio di oggetti pericolosi e possesso di oggetti atti ad offendere mentre cade il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti per il quale è stata chiesta l'archiviazione.

Gli scontri, come riporta l'Ansa, avvennero di domenica tra tifosi di Napoli e Roma. Un gruppo di ultras era diretto a Genova per la partita Sampdoria-Napoli, l’altro andava verso Milano per Milan-Roma. Per diversi minuti, secondo la ricostruzione fatta poi dagli investigatori della polizia, le due fazioni si affrontarono lanciando oggetti contundenti su diverse aree del tratto autostradale adiacente all’area di servizio di Badia al Pino, facendo esplodere petardi e fumogeni. I disordini interessarono la corsia in direzione nord, causando l’interruzione del traffico autostradale con una fila di auto di 9 chilometri. Le attività investigative si concentrarono sulle immagini di videosorveglianza da cui emerse il coinvolgimento di una trentina di persone.

Intanto proseguono le indagini sulla zuffa avvenuta ieri nell'area di sosta di San Giovanni Valdarno lungo la A1 che ha visto una scazzottata tra alcuni gruppi di tifosi di Juventus e Atalanta, in viaggio verso Roma per la finale di Coppa Italia, fuggiti all'arrivo della polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tafferugli in autostrada, avviso di chiusura indagini per sette tifosi romanisti

ArezzoNotizie è in caricamento