Studente caduto dal lucernario, indagini della Procura sul crollo. Ipotesi di reato: lesioni colpose

Al momento non ci sono indagati: accertamenti sulle eventuali responsabilità della scuola. Il dubbio: l'accesso al lucernario andava delimitato?

E' caduto da sei metri d'altezza durante la ricreazione, il primo giorno di scuola. All'indomani del brutto incidente avvenuto a Sansepolcro, nel quale è rimasto gravemente ferito uno studente di 16 anni, gli inquirenti stanno portando avanti le indagini per fare chiarezza sull'accaduto e per accertare le responsabilità di quella che poteva essere una tragedia. 

La Procura di Arezzo ha aperto un fascicolo: l'ipotesi di reato è quello di lesioni colpose, ma sul registro degli indagati non sono ancora stati scritti nomi. 

L'edificio dove si è verificata la caduta è di un privato, ed è stato dato in concessione all'Istituto professionale Ipsia Francesco Buitoni che aveva bisogno di nuovi spazi per adeguarsi alle norme anti-Covid. Lo stabile a piano terra ospita una segheria, mentre al piano superiore ieri erano presenti gli studenti. 

Studente precipita da sei metri il primo giorno di scuola

L'incidente si è verificato alle 10,30 circa. Il 16enne, insieme ai compagni, aveva deciso di prendere una boccata d'aria e si è recato sul lucernario. All'improvviso però parte della struttura del balcone che lo sorreggeva è crollata. Lo studente è precipitato a terra per alcuni metri. Fortunatamente gli altri ragazzi che erano con lui non sono rimasti coinvolti nel cedimento. A dare l'allarme è stato il personale scolastico.  

Il ragazzo è adesso ricoverato a Careggi, dove è arrivato con l'elisoccorso Pegaso nella tarda mattinata di ieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma come è possibile che il balcone abbia ceduto? Quello spazio era delimitato? I ragazzi potevano accedervi liberamente? Sono queste le domande alle quali stanno cercando di dare una risposta gli inquirenti. Inoltre le indagini sono volte ad accertare eventuali responsabilità: la procura vuole fare luce su quali siano le figure che ricoprono un ruolo di responsabile per la sicurezza all'interno della scuola e se il proprietario dell'immobile possa essere coinvolto nella vicenda. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento