menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studente caduto dal lucernario, indagini della Procura sul crollo. Ipotesi di reato: lesioni colpose

Al momento non ci sono indagati: accertamenti sulle eventuali responsabilità della scuola. Il dubbio: l'accesso al lucernario andava delimitato?

E' caduto da sei metri d'altezza durante la ricreazione, il primo giorno di scuola. All'indomani del brutto incidente avvenuto a Sansepolcro, nel quale è rimasto gravemente ferito uno studente di 16 anni, gli inquirenti stanno portando avanti le indagini per fare chiarezza sull'accaduto e per accertare le responsabilità di quella che poteva essere una tragedia. 

La Procura di Arezzo ha aperto un fascicolo: l'ipotesi di reato è quello di lesioni colpose, ma sul registro degli indagati non sono ancora stati scritti nomi. 

L'edificio dove si è verificata la caduta è di un privato, ed è stato dato in concessione all'Istituto professionale Ipsia Francesco Buitoni che aveva bisogno di nuovi spazi per adeguarsi alle norme anti-Covid. Lo stabile a piano terra ospita una segheria, mentre al piano superiore ieri erano presenti gli studenti. 

Studente precipita da sei metri il primo giorno di scuola

L'incidente si è verificato alle 10,30 circa. Il 16enne, insieme ai compagni, aveva deciso di prendere una boccata d'aria e si è recato sul lucernario. All'improvviso però parte della struttura del balcone che lo sorreggeva è crollata. Lo studente è precipitato a terra per alcuni metri. Fortunatamente gli altri ragazzi che erano con lui non sono rimasti coinvolti nel cedimento. A dare l'allarme è stato il personale scolastico.  

Il ragazzo è adesso ricoverato a Careggi, dove è arrivato con l'elisoccorso Pegaso nella tarda mattinata di ieri. 

Ma come è possibile che il balcone abbia ceduto? Quello spazio era delimitato? I ragazzi potevano accedervi liberamente? Sono queste le domande alle quali stanno cercando di dare una risposta gli inquirenti. Inoltre le indagini sono volte ad accertare eventuali responsabilità: la procura vuole fare luce su quali siano le figure che ricoprono un ruolo di responsabile per la sicurezza all'interno della scuola e se il proprietario dell'immobile possa essere coinvolto nella vicenda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento