Cronaca Centro Storico

Non dichiara gli inquilini della sua casa, stangato titolare di un sushi bar di Arezzo

I poliziotti di quartiere lo hanno multato di oltre 2.600 euro

I poliziotti di quartiere sanzionano un affittuario di Arezzo per la mancata dichiarazione di ospitalità.

Nel corso dei controlli del territorio cittadino, la pattuglia del Poliziotto di Quartiere ha infatti scoperto e sanzionato un cittadino cinese per omessa dichiarazione di ospitalità.

Il cittadino cinese, D.X., 23.10.87, titolare di un sushi bar aveva preso in locazione una casa nel centro storico.

L’unità abitativa in questione, tuttavia, era stata adibita a foresteria per il personale della attività di ristorazione, "con sostanziale sublocazione a favore dei nove dipendenti del sushi bar", spiegano i poliziotti.

Così il 31enne si sarebbe reso protagonista di una duplice violazione "ovvero sia alle disposizioni contrattuali che espressamente gli vietavano la sublocazione, ma anche alla normativa in materia di stranieri".

L’art. 7 del testo unico immigrazione, infatti, dispone che chiunque presti ospitalità a cittadini extracomunitari deve darne comunicazione entro 48 ore all’autorità di pubblica sicurezza.

Pertanto, la pattuglia del poliziotto di quartiere, accertate le violazioni in questione, ha provveduto a sanzionare il cittadino cinese, applicando la sanzione  pecuniaria di 2.660 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non dichiara gli inquilini della sua casa, stangato titolare di un sushi bar di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento