rotate-mobile
Cronaca San Giovanni Valdarno

Pedinata fino a casa: l'incubo di una ragazza vittima di uno stalker. Arrivano i carabinieri

La giovane è stata tempestata di messaggi, via via più pressanti. Alla fine è scattata la denuncia. I militari hanno raccolto le prove e il tribunale di Arezzo ha stabilito il divieto di avvicinamento del trentenne

Un crescendo di "attenzioni" sempre più morbose e sgradite, culminato con l'intervento dei carabinieri. Un incubo lungo un anno per una giovane donna residente nel Valdarno aretino, vittima di uno stalker trentenne della zona per il quale, alla fine, è arrivato il diviento di avvicinamento. Sono  stati i militari della compagnia di San Giovanni Valdarno, guidati dal capitano David Millul, a notificare al giovane - che peraltro aveva precedenti di polizia - il decreto col quale il Gip del Tribunale di Arezzo ha disposto il divieto.

Gli episodi di stalking di cui la ragazza è stata vittima erano iniziati al principio del 2020 e sono andati avanti fino a quando, a inizio dicembre, la giovane ha denunciato il proprio persecutore. Raccontando nei dettagli l’incubo che stava vivendo. Nei primi mesi del 2020, il trentenne l’aveva notata mentre era al lavoro e l'aveva approcciata con avances via via più pressanti. Nonostante i rifiuti della ragazza, cortesi ma fermi, il trentenne non ha mai smesso di importunare la vittima in un crescendo di messaggi tra social e chat. E poi i regali, inopportuni e sgraditi, che arrivavano anche sul posto di lavoro, e le proposte amorose fatte in pubblico. Il trentenne aveva addirittura pedinato la giovane, fin quasi sotto casa. Una situazione insopportabile per la donna, che ha iniziato a temere per la propria sicurezza, sporgendo poi denuncia.

"Immediati sono scattati gli accertamenti investigativi", spiegano i carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno che hanno acquisito e analizzato centinaia e centinaia di dati relativi alle chat ed ai social network e hanno escusso a verbale tutte le persone che potessero testimoniare rispetto agli episodi raccontati dalla vittima.

Di fronte all’evidente quadro indiziario, il provvedimento di divieto di avvicinamento del Tribunale di Arezzo è stato emesso nei confronti del trentenne, notificato dai Carabinieri. L'uomo è stato stato poi portato in caserma per il foto-segnalamento di rito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedinata fino a casa: l'incubo di una ragazza vittima di uno stalker. Arrivano i carabinieri

ArezzoNotizie è in caricamento