Cronaca

Spariti i fidanzati che hanno denunciato stupro e botte del "branco". Salta l'incidente probatorio: è giallo

I fatti denunciati della coppia nigeriana risalgono a circa un mese fa. Ma i due sono irreperibili e l'intero procedimento rischia di saltare

Irreperibili. E così è saltato l'incidente probabatorio previsto per questa mattina in tribunale ad Arezzo. I due fidanzati nigeriani, 23enne lei  (G.A.) e 27enne lui (K.K.), che hanno denunciato la violenza sessuale e le botte subite da parte di un gruppo di connazionali ad Arezzo, non sono stati trovati, mancando così all'appuntamento davanti al Gip Giampiero Borraccia e al pm Chiara Pistolesi. La ragazza è residente a Ferrara; il ragazzo domiciliato all’Aquila: in tribunale avrebbero dovuto confermare la versione dell'episodio messo a verbale nella notte delle presunte violenze avvenute in una casa alle Ville di Monterchi. Quattro le persone denunciate: tutti nigeriani che orbitano attorno al capoluogo: uno è accusato di violenza sessuale, gli altri tre di sequestro di persona. Rischia così di andare a monte l'intero procedimento a loro carico.

Alcuni dubbi

Dalle parole dei due giovani, raccolte dalla polizia, è emersa una vicenda da incubo. Ma ci sono anche numerose incongruenze nel racconto. Per questo, il magistrato Chiara Pistolesi ha chiesto un incidente probatorio:così la testimonianza dei due ventenni, che a caldo avevano detto di essere stati aggrediti da un branco composto da 6 connazionali, avrebbe potuto essere essere acquisita come prova. Ma i due, al momento, non sono stati rintracciati.

La ricostruzione dell'incubo

E' passato circa un mese da quando i due fidanzati, provenienti ognuno dalla propria città di residenza, si sono trovati ad Arezzo dove dovevano incontrare il fratello del 27enne. L'appuntamento però è saltato all'ultimo minuto e i due giovani si sono trovati a cercare una sistemazione per la notte non avendo altri treni per tornare a casa. A campo di Marte hanno incontrato i 6 connazionali. Pare che avessero amicizie e conoscenze in comune, per cui si sono messi a parlare fin quando la coppia è stata invitata a casa di uno dei sei. Tutti insieme hanno preso l'autobus per Monterchi e scesi alle Ville sono andati nell'abitazione. Hanno cenato, hanno rimesso a posto le vettovaglie, poi sarebbe scattata la violenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spariti i fidanzati che hanno denunciato stupro e botte del "branco". Salta l'incidente probatorio: è giallo

ArezzoNotizie è in caricamento