Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spaccio alle macchinette self-service, due giovani arrestati

Il punto di ritrovo tra consumatori e un giovane accusato di spaccio era nei locali del quartiere San Donato

 

Ormai era diventato un appuntamento fisso: nei pressi di un locale adibito alla distribuzione di snack e bibite nel quartiere San Donato. Era lì che si ritrovavano alcuni tossicodipendenti della zona che non consumavano solo bibite o merendine, ma si rifornivano anche di hashish da un noto pregiudicato campano residente a poche centinaia di metri da dove esercitava la sua "attività".

Il giro di spaccio è stato scoperto e "stroncato" dagli agenti della Squadra Mobile di Arezzo, guidati da Pietro Luca Penta. 
Dopo alcuni servizi di osservazione e dopo aver accertato e documentato due cessioni di hashish,  i poliziotti hanno tratto in arresto un giovane, V.A. 28 anni, per il reato di spaccio di stupefacenti. 

"L’attività investigativa - spiega in una nota la questura di Arezzo - ha permesso di accertare che l’acquirente di droga si posizionava in attesa nei pressi del locale adibito alla distribuzione di merendine e dopo pochi minuti, opportunatamente contattato, giungeva lo spacciatore". 

Nel corso dell'operazione è stato arrestato anche un altro giovane - M.S. aretino pregiudicato 28enne - che si era rifornito di 25 grammi di hashish, "un quantitativo - sostiene la questura - non certo destinato all’uso personale ma finalizzato ad essere poi ulteriormente spacciato in altre zone".  

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento