"Spacciava hashish e coca ai ragazzi". Arrestato libero professionista di 43 anni

E' stato arrestato un 43enne residente in provincia di Arezzo con l'accusa di spacciare droga ai giovani del Valdarno aretino e fiorentino. A fermare l'uomo, libero professionista nell'ambito del commercio, sono stati i carabinieri di Figline...

carabinieri

E' stato arrestato un 43enne residente in provincia di Arezzo con l'accusa di spacciare droga ai giovani del Valdarno aretino e fiorentino. A fermare l'uomo, libero professionista nell'ambito del commercio, sono stati i carabinieri di Figline Valdarno.

L'arresto è stato fatto nella notte tra mercoledì e giovedì, quando il 43enne è stato fermato dai carabinieri per un controllo: aveva con sé alcune dosi di hashish (9 grammi in tutto) e tre grammi di cocaina. L'uomo aveva inoltre 1.100 euro in contanti che i carabinieri presumono essere frutto dello spaccio della serata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli inquirenti non si tratterebbe di un caso isolato: l'uomo avrebbe spacciato abitualmente nel corso degli ultimi due anni, integrando i proventi dell'attività lecita di libero professionista con quelli provenienti da attività illecita. L'uomo è stato portato in carcere ad Arezzo, mentre droga e contanti saltati fuori durante la perquisizione sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento