Cronaca

"Sottrae 400mila euro all'azienda per curare il figlio, poi restituisce i soldi". A processo per bancarotta

E' una storia di grande amore, ma anche una vicenda giudiziaria. Il protagonista è un padre che racconta di aver tentato di aiutare il figlio rimasto gravemente ferito in un incidente stradale. Ha cercato di guarirlo con cure costose costosissime...

TRIBUNALE-2

E' una storia di grande amore, ma anche una vicenda giudiziaria. Il protagonista è un padre che racconta di aver tentato di aiutare il figlio rimasto gravemente ferito in un incidente stradale. Ha cercato di guarirlo con cure costose costosissime. Per questo, sostiene l'uomo in tribunale, ha sottratto cospicue somme alla propria azienda edile finita poi in bancarotta.

La vicenda, rievocata ieri di fronte al giudice Lara del tribunale di Arezzo, risale al 2012. L'uomo, un imprenditore edile di Castiglion Fiorentino, dopo l'incidente in seguito al quale il figlio ventenne rimase paraplegico, racconta di aver cercato di curarlo in tutti i modi possibili. Assistito dall'avvocato Niki Rappuoli, ha prodotto cartelle cliniche che attestano il percorso fatto con il giovane. Strutture specializzate, visite da luminari, un soggiorno in una clinica in Svizzera dalla parcella costosissima, fino a mille euro al giorno. Nel frattempo i capitali dell'azienda venivano "erosi": in tutto sono scomparsi 400mila euro.

Soldi di vitale importanza per l'impresa che è fallita. L'uomo è accusato di aver eroso il capitale fino all'osso ed è quindi accusato di bancarotta.

Un anno e mezzo dopo, l'imprenditore ha tentato di saldare tutti i debiti. Per farlo, spiega il legale ha venduto tutti i beni di famiglia, riuscendo così a ripagare i debiti. Ma il procedimento va avanti: il fatto di aver restituito i soldi infatti, non estingue il reato.

Ieri durante il dibattimento sono state acquisite tutte le cartelle cliniche ed è stata presentata una lista di testi da sentire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sottrae 400mila euro all'azienda per curare il figlio, poi restituisce i soldi". A processo per bancarotta

ArezzoNotizie è in caricamento