rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

In auto con sostanze dopanti: la procura apre un'indagine. Tre gli aretini nei guai

Sono stati i carabinieri del Casentino a identificare un 35enne beccato con degli steroidi anabolizzanti

Sono in tutto tre gli aretini indagati per "improprio utilizzo e commercio di farmaci (o sostanze) utili ad alterare le prestazioni atletiche". Sono in corso proprio in queste ultime ore accertamenti da parte delle forze dell'ordine e della procura della Repubblica che, come riporta il Corriere di Arezzo, dovrà fare chierezza sui contorni di una vicenda complessa quanto delicata. 

Tutto è partito da un'attività dei carabinieri del Casentino. I militari, durante un normale controllo del territorio hanno imposto l'alt ad un'auto a bordo della quale viaggiava un 35enne. Con sé nella vettura aveva una fiala di Primobolan che altro non è che uno steroide anabolizzante utilizzato dagli sportivi per aumentare le proprie prestazioni. Nella circostanza il farmaco è stato sequestrato. In seguito ad accertamenti successivi, i militari avrebbero identificato un 55enne e un 40enne, entrambi aretini, collegati al 35enne. Sarebbe poi stato all'interno dell'abitazione di uno dei due che i carabinieri avrebbero recuperato altre fiale di farmaci simili a quello sequestrato. 

Sulla vicenda, come detto, sono in corso accertamenti da parte della procura della Repubblica chiamata a ricostruire ogni singolo dettaglio e, eventualmente, accertare le responsabilità degli aretini coinvolti. La sostanza sequestrata invece rientra tra quelle enumerate nella tabella degli agenti anabolizzanti vietati nelle competizioni sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con sostanze dopanti: la procura apre un'indagine. Tre gli aretini nei guai

ArezzoNotizie è in caricamento