Sigarette di contrabbando dai Paesi dell'Est: maxi sequestro delle Fiamme Gialle. Due imprenditori nei guai

L'operazione ha portato al ritrovamento e al sequestro di 450 chili di "cheap white"

Avevano importato nell'aretino centinaia di chili di tabacchi di contrabbando. Ma sono stati scoperti dalla Compagnia della Guardia di Finanza di San Giovanni Valdarn, che ocoordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo, hanno portato a termine una complessa attività di polizia, portando alla luce la complessa rganizzazione, operante prevalentemente nel Valdarno.

A metter in piedi il "mercato nero" di  “cheap white”, ossia sigarette prodotte legalmente nei Paesi dell’Est, non conformi agli standard dell'Unione Europea, due imprenditori di origine cinese. 
L'attività dei due imprenditori cinesi è emersa incrociando i dati del controllo economico del territorio in uso alla Guardia di Finanza. Le fimme giallo hanno così scoperto che i due imprenditori, avvalendosi di una società operante fittiziamente nel comune di Castelfranco Piandiscò
(AR), nel settore del pellame e della fabbricazione di borse, in realtà introducevano in Italia, tabacchi lavorati esteri di contrabbando.
L’attività delle Fiamme Gialle si è, quindi, concentrata sugli spostamenti dei due e sull’analisi dei flussi finanziari. 
Fondamentale, la collaborazione dei Reparti aeroportuali di Firenze, Bologna e Roma, che, nel corso dell’indagine, hanno controllato gli indagati di rientro dalla Repubblica Popolare Cinese. E' stato in questo modo che è stato individuato e sottoposto a sequestro il tabacco nascosto nei bagagli.

In tutto sono stati sequestrati 450 chili di "bionde" di contrabbando. 
Oltre alle irregolarità fiscali rilevate nei confronti dell’azienda, sono state inoltrate alcune segnalazioni, alle competenti Questure sul territorio nazionale, in relazione alla disciplina in materia di immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

  • Toscana "in arancione" da domenica 6 dicembre. Giani: "Abbiamo dati da zona gialla ma restiamo accorti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento