Si punta due coltelli alla gola e minaccia di uccidersi: salvato dagli agenti della Volante

Si era chiuso dentro alla propria abitazione brandendo un coltello in pugno e minacciando tutti di togliersi la vita. L'episodio è quello sucesso nel tardo pomeriggio di ieri in città. La squadra volante della polizia di Arezzo è intervenuta in...

polizia5

Si era chiuso dentro alla propria abitazione brandendo un coltello in pugno e minacciando tutti di togliersi la vita.

L'episodio è quello sucesso nel tardo pomeriggio di ieri in città.

La squadra volante della polizia di Arezzo è intervenuta in un'abitazione della periferia cittadina per placare i bollenti spiriti di un trentacinquenne aretino in preda ad una violenta crisi di nervi.

Sul posto presente anche il personale sanitario 118 che non era riuscito ad avvicinare l'uom.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Al momento dell'arrivo del nostro personale - fanno sapere dalla questura di Arezzo - si trovava nel terrazzo della casa con due coltelli da cucina con i quali si era già procurato varie ferite superficiali sul corpo risultando quindi quasi completamente intriso di sangue. Alla vista degli operanti il soggetto rivolgeva costantemente uno dei due coltelli verso se stesso all’altezza della gola inveendo contro gli operatori e continuando a motivare il suo comportamento con i problemi personali che aveva incontrato negli ultimi tempi. Proferendo poi frasi farneticanti, intimava ai poliziotti di non avvicinarsi altrimenti si sarebbe colpito con la lama. A quel punto gli operatori cercavano di instaurare un dialogo con l’uomo al fine di farlo desistere dal suo intento. Con estremo tatto e grande sensibilità gli agenti, una donna ed un uomo, hanno instaurato un contatto con la persona sofferente che si trovava dinanzi a loro e mentre l’una si prodigava per trovare un punto di condivisione delle difficoltà in cui si trovava il soggetto, l’altro si avvicinava in modo amichevole – offrendo anche una sigaretta in segno di vicinanza e solidarietà - per attuare una copertura a fronte di potenziali improvvise azioni di violenza nei confronti della collega. Dopo una lunga e convincente conversazione, gli agenti sono riusciti a farsi consegnare i coltelli e quindi a persuadere lo stesso a calmarsi e farsi prestare le opportune cure dal personale sanitario. Si è trattato di una situazione molto difficile e delicata sotto il profilo umano e della sicurezza degli operatori, situazione che i poliziotti hanno saputo gestire e condurre ad esito favorevole con elevata professionalità e grande sensibilità umana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE | Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Elezioni Arezzo, affluenza ore 23: alle comunali è del 47,26%. Regionali e referendum: i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento